Strappata foto della curva Nord. Ma per ora resta lì

In due, ieri sera, hanno compiuto un blitz nella sala Murat, nel centro storico di Bari. L'immagine, di Francesca Speranza, che ritrae i tifosi del Lecce, fa parte di una mostra di giovani artisti

Francesca Speranza e, alle spalle, la sua fotografia (immagine fornita dalla stessa Speranza).-4
Fa mostra di sé nella sala Murat di piazza Ferrarese, a Bari. Non vuole essere un affronto, nella mente della sua ideatrice, la fotografa brindisina Francesca Speranza, ma così non devono averla pensata alcuni ignoti, forse sostenitori della squadra biancorossa, divisi dai salentini da un'atavica rivalità calcistica, che ha preso il sopravvento sul puro senso artistico, nonostante anche l'amministrazione comunale si fosse sforzata di calmare le acque. E ieri sera, in due hanno deciso di passare all'azione, strappando in parte quell'immagine. Esposta nell'ambito della rassegna "Giovani artisti pugliesi", la gigantografia (4 metri per 6) ritrae la curva Nord leccese, e per ora resta ancora lì, nonostante lo sfregio. Apriti cielo: da quando è entrata a far parte della kermesse, non ha avuto pace. Capannelli di persone con il muso storto, tanto più che - ed è l'accusa, formulata anche da uno dei capi ultrà storici del tifo biancorosso, Alberto Savarese, conosciuto come il "Parigino" - è stata esposta proprio nel centro storico di Bari.

Un oltraggio, per loro. Solo arte, per i curatori della manifestazione, e, ovviamente, per la stessa autrice dello scatto. Le avvisaglie che qualcosa sarebbe successo e che qualcuno non si sarebbe limitato agli improperi, nei giorni scorsi, sono state diverse. Già si erano registrate minacce, da parte di un gruppo di persone, tanto da spingere gli organizzatori ad avvisare i carabinieri. Lo stesso capo ultrà barese aveva segnalato alla Digos che prima o poi sarebbero potuti sorgere problemi, qualora la foto fosse rimasta al suo posto, chiedendone la rimozione, visto che viene considerata come uno sgarbo. E infatti in due, ieri, non ancora identificati, sono riusciti a portare a termine un blitz che potrebbe essere stato studiato a tavolino. Il caso ha già fatto parlare i giornali per diversi giorni e sulla questione si tornerà senz'altro anche nelle prossime settimane. Anche perché quella foto, volente o nolente, danneggiata o meno, per ora è ancora lì, con quei volti dei supporter leccesi stampati sopra che tanto stanno facendo adirare alcune frange del tifo biancorosso.

Potrebbe interessarti

  • Concertone Notte Taranta: quaranta brani per una notte senza soste

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Col volto travisato, avvicinano un bimbo: la madre li vede e urla, poi la fuga

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Fingono di scaricare birra appostati davanti ai “paninari”: militari catturano il ricercato

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento