Sui binari dismessi viaggiano i rifiuti. I volontari ripuliscono la zona

Iniziativa spontanea di alcuni cittadini e del personale del ristorante Marechiaro per bonificare la strada ferrata invasa da lattine, bottiglie e cartoni

GALLIPOLI – Il passaggio giornaliero e serale di orde di turisti, ma anche le cattive abitudini di commercianti ambulanti, o semplicemente di avventori che si fermano nella zona prima di raggiungere la zona del porto o il centro storico, hanno lasciato il segno. Un piccolo tappeto di rifiuti, tra lattine vuote, bottiglie, plastiche e anche diversi assi di legno sono stati abbandonati lungo i binari del tratto ferroviario in disuso che costeggia la via di accesso all’area portuale e al mercato ittico. Una scena non certo decorosa e purtroppo usuale in diverse zone della cittadina ionica, dal centro, al lungomare, alle marine, in questo periodo di massimo afflusso vacanziero.        
L’immagine del degrado diffuso e soprattutto l’inciviltà di chi tra cittadini, turisti o venditori ambulanti ha contribuito a disseminare materiale vario lungo la linea ferrata, che insiste proprio nella zona principale di accesso anche al centro storico, non è andata proprio giù ad alcumi volenterosi cittadini e operatori commerciali. Così questa mattina a dar manforte agli operatori della ditta di igiene urbana ci hanno pensato anche alcuni volontari e i dipendenti del vicino ristorante Marechiaro, guidati dal direttore di sala ed ex candidato al consiglio comunale della lista Italia Destati, Francesco Boellis. E’ partita così spontaneamente  l’operazione di pulizia straordinaria per togliere quel brutto biglietto da visita, per la città e per i turisti in transito, dai binari e dall’area densamente frequentata per raggiungere il borgo antico o i ristoranti e le attività commerciali. 
“Abbiamo pulito insieme ai miei colleghi di lavoro il tratto della ferrovia antistante il ristorante Marechiaro” dice Francesco Boellis, “lo abbiamo fatto per dimostrare un senso di civiltà alla cittadinanza per aiutare anche i lavoratori della nettezza urbana impegnati nella stagione estiva, per dare un supporto laddove  l'inciviltà, purtroppo, è all'ordine del giorno. È facile parlare e scrivere che la città è sporca, ma nessuno collabora nessuno si rimbocca le maniche per dimostrare amore e sentimento per la nostra Gallipoli. Noi abbiamo voluto dare il nostro contributo concreto”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

  • Fermati in centro per controllo: dosi di eroina nell'auto, due in manette

  • Positivo a sostanze psicotrope, arrestato giovane che ha investito il belga

  • San Pietro in Lama perde il suo sindaco: stroncato da un infarto Raffaele Quarta

Torna su
LeccePrima è in caricamento