Si allontana dalla comunità senza fare rientro: si suicida con una pistola

È stato trovato senza vita un 37enne di Taviano, accusato di tentato omicidio anni addietro. Era sottoposto a una misura alternativa all’interno di una struttura

Foto di repertorio.

TAVIANO – Avrebbe dovuto fare rientro nella comunità di Taurisano dove si trovava recluso per una misura alternativa, ma nella struttura non è mai ritornato. Lo hanno trovato ore dopo, quando i carabinieri ormai gli davano caccia per trasferirlo in carcere su disposizione del pm di turno: morto, si era tolto la vita con un colpo di pistola.

M.T., queste le iniziali del 37enne di Taviano, accusato di tentato omicidio nel Foggiano anni addietro, si è infatti suicidato utilizzando una pistola calibro 22, con matricola abrasa, di cui non si conosce ancora la provenienza. L’uomo ha infatti deciso di farla finita all’interno di un appartamento in uso, a Taviano, cittadina della quale era originario.

Sul posto, oltre ai sanitari del 118 ai quali è toccato constatare che non vi era più nulla da fare, anche i carabinieri della stazione locale e i colleghi del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Casarano per eseguire le indagini.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tampona un autoarticolato, donna di 57 anni muore intrappolata

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento