Nel ristorante scoperti quattro lavoratori in nero. E il titolare li regolarizza

La guardia di finanza, dopo una prolungata attività di osservazione che ha consentito di individuare i dipendenti di un ristorante di Supersano, hanno riscontrato tutte le loro posizioni lavorative, ascoltando poi i lavoratori singolarmente

SUPERSANO – Solo quando la guardia di finanza della Tenenza di Casarano ha appurato che in un noto ristorante a Supersano erano stati impiegati quattro lavoratori in nero, il quinto invece assunto con ritardo rispetto alla effettiva data di inizio del rapporto lavorativo, il titolare ha provveduto a rendere regolare la posizione dei dipendenti e a versare nelle casse dello Stato le relative ritenute non operate e non versate a partire dalla data in cui gli stessi avevano dichiarato di aver iniziato a prestare la propria opera. 

I finanzieri, dopo una prolungata attività di osservazione che ha consentito di individuare i dipendenti del ristorante, hanno riscontrato tutte le loro posizioni lavorative, ascoltando i lavoratori singolarmente, al fine di appurare l’effettiva data di assunzione, le reali mansioni svolte nonché l’orario di lavoro giornaliero dagli stessi prestato. E’ così emersa la situazione di inadempienza da parte del titolare del ristorante, che di fatto avrebbe impiegato quasi l’intera forza lavoro completamente in nero.

Le violazioni constatate in materia lavorativa saranno comunque comunicate agli Uffici competenti per i provvedimenti conseguenti. La legge, infatti, prevede, per ogni singolo lavoratore non regolarmente assunto, una sanzione che può variare dai 1.500 euro a 12mila euro ciascuno; inoltre,150 euro per ogni giornata lavorativa prestata, più un eventuale provvedimento di sospensione dell’attività imprenditoriale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

  • Si fingeva chef stellato per molestare universitarie: preso 23enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento