Rete tagliata e pannelli a terra, ma i piani saltano per un imprevisto

Un vigilante, dopo il primo pattugliamento, ne ha svolto un secondo a breve termine. I ladri non se l'aspettavano e hanno battuto in ritirata. In lontananza sentito anche il suono di cingolati in allontanamento

SUPERSANO – Il furto non è riuscito. Forse perché il vigilante li ha colti di sorpresa con un ritorno in zona che non avevano previsto. Dopo il primo giro di pattugliamento, infatti, un operatore di Alma Roma ne ha svolto un secondo a breve distanza di tempo. E così i ladri hanno dovuto lasciare il “lavoro” in sospeso e fuggire, quando sul posto sono arrivati anche i carabinieri del Norm di Casarano.

L’ennesimo colpo tentato ai danni di un campo fotovoltaico si è verificato, a notte fonda, nella zona di Supersano. In un’area di campagna alla periferia del paese, una banda specializzata in questo genere di furti (che vanno per la maggiore da anni) verso l’1,45, ha tagliato la recinzione in un punto retrostante, più isolato e buio, praticando uno squarcio di circa 3 metri. Poi, legando una serie di pannelli con resistenti stringhe, ne hanno provocato la caduta. Con questo sistema se ne possono abbattere anche un centinaio in un colpo solo. Ed ecco come fanno a essere così veloci i ladri di pannelli.

IMG-20170610-WA0001_1497081773809-2L’arrivo del vigilante, però, ha disturbato i loro piani. Sul posto l’operatore non ha visto nessuno, i malviventi dovevano essersi riparati fra la vegetazione. Ma quando sono sopraggiunti anche i carabinieri, contattati dalla sala operativa di Alma Roma, si è sentito in lontananza il rumore di cingolati. Non si è riusciti a capire bene, però, da dove provenisse il suono, in quell’area rurale priva di punti di riferimento. Ma ci si è fatti l’idea che i ladri fossero arrivati con qualche mezzo pesante per farsi strada e, ovviamente, caricare la refurtiva. Tutto rimasto questa volta, però, solo nelle intenzioni.     

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

Torna su
LeccePrima è in caricamento