Perquisizioni a tappeto, trovata una pistola: in manette un 34enne

I carabinieri di Lecce hanno svolto una serie di sopralluoghi in varie abitazioni di Surbo. In arresto Gianluca Negro, alias "Puntina". Aveva pistola calibro 7.65 con matricola abrasa. Indagini in corso su altri soggetti controllati

SURBO – Un comune battuto a tappeto con cani antidroga e ben trenta carabinieri. Un controllo straordinario d’iniziativa dei militari della compagnia di Lecce che, ieri mattina, hanno perlustrato Surbo, svolgendo una raffica di perquisizioni. E procedendo a un arresto. In carcere, per ricettazione e possesso di un’arma clandestina, è finto un volto noto alle cronache. Si tratta di Gianluca Negro, 34enne, meglio noto come “Puntina”. Un soprannome dal quale hanno tratto spunto gli stessi carabinieri per ribattezzare l’operazione, chiamata “Thumbtack” (in inglese, per l’appunto, significa puntina).

NEGRO GIANLUCA-3I militari del capoluogo sono stati coadiuvati dalla compagnia di intervento operativo dell’11° reggimento carabinieri Puglia e dal nucleo cinofili della guardia di finanza di lecce, con i cani Erik, Roma e Tasky. Diverse sono state le abitazioni rastrellate, tutte abitate da soggetti ritenuti d’interesse operativo. Alcune case, hanno rilevato i carabinieri, erano dotate di sofisticati sistemi di videosorveglianza, con telecamere visionabili da tutti gli ambienti. Probabilmente, ritengono, proprio per anticipare le mosse delle forze dell’ordine.

Una delle abitazioni era, dunque, quella dove risiede “Puntina”. Qui, in una cassetta di sicurezza, c’era una pistola calibro 7.65 con matricola abrasa. Nessun dubbio, per gli investigatori, circa il fatto che fosse disponibilità di Gianluca Negro: aveva lui la chiave.

Durante le altre perquisizioni, i carabinieri hanno anche sequestrato ben 14mila euro in contanti (soldi sui quali sono in corso accertamenti) e trovato alcuni residui di sostanze stupefacenti. Le indagini, dunque, vanno avanti e potrebbero condurre, in futuro, a qualche soprpresa.

Quanto a Gianluca Negro, ha diverso trascorsi. Fra l'altro, nel 2016 è stato condannato a quattro anni per rapina, avendo partecipato con altri soggetti a una feroce aggressione ai danni di un uomo allo scopo di sottrargli la Mercedes. Le indagini, in quel caso, erano state condotte dalla polizia.

PERQUISA 2 SURBO-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Assunzioni in Sanitaservice: pubblicato il bando per 159 posti

  • "Mi sta picchiando". Viene fermato due volte poco prima dell'alba e arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento