Vanno in casa ad arrestarlo e trovano quattro piante di marijuana in vasi

Singolare storia a San Cesario di Lecce. Altri due arresti a Surbo, a carico di altrettanti soggetti trovati con cocaina

LECCE – Tre arresti sono stati eseguiti nelle scorse ore dai carabinieri. In due casi, ad agire sono stati i militari di Surbo, mentre nel terzo quelli di San Cesario di Lecce. Denominatore fra tutti gli episodi, gli stupefacenti. Anche se il terzo è stato particolare. La scoperta è stata del tutto casuale, scaturita dalle formalità per un'altra vicenda giudiziaria in cui è indagato.

Cocaina: due arresti a Surbo

Andando con ordine, a Surbo, i carabinieri hanno fermato Alessio Catania, 35enne di Trepuzzi. I militari stavano svolgendo un controllo stradale. Si sono imbattuti in una Daewoo Matiz alla guida del quale c’era l’uomo. Durante un controllo, è emerso come avesse con sé 5,46 grammi di cocaina, che è stata sequestrata. Catania è finito ai domiciliari.

Diverso il caso di Leonardo De Cillis, 40enne, surbino. Nella sua abitazione, i militari ci sono andati per una perquisizione mirata, trovando ben 10,22 grammi di cocaina, più materiale per il confezionamento di singole dosi e 310 euro in contanti. Nel corso dell’appostamento, è stato anch segnalato alla Prefettura di Lecce un 31enne. Questi, infatti, poco prima che si procedesse all’arresto, era stato visto uscire dall’abitazione. Fermato, aveva una dose di 0,28 grammi di cocaina, appena acquistate. De Cillis è finito in carcere.

Vanno ad arrestarlo e trovano la droga

Infine, singolare ritrovamento dei carabinieri della stazione di San Cesario di Lecce. Recandosi in casa di Jason Margiotta, 29enne, già ai domiciliari, per eseguire un ordine di carcerazione del Tribunale sorveglianza di Lecce (la misura si è aggravata quando, dalle analisi di alcune telecamere, si è scoperto che il 16 settembre era evaso da casa e si era recato in un supermercato), vi hanno trovato quattro piante di cannabis di varia altezza, da 45 centimetri fin quasi a 2 metri. Altri 225 grammi circa di cannabis erano in essiccazione.

Durante il controllo, il giovane si sarebbe anche divincolato, opponendo resistenza. E’ scattato così, contestuale, anche il fermo in flagranza di reato e il 29enne è stato condotto in carcere. Insomma, arrestato due volte in pochi minuti. Se non è record, poco ci manca. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco in contromano, causa incidente con una vittima: conducente in arresto

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Suv scorrazzano tra studenti e bagnanti. E si tenta di deviare lo sbocco a mare dell'Idume

  • Dalla perquisizione della vettura spunta la droga: coppia di fruttivendoli nei guai

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

Torna su
LeccePrima è in caricamento