Tap, tensioni all'esterno del Rettorato: proteste e scintille con la polizia

E' successo nel corso del convegno promosso da Safe su “Sicurezza e tutela ambientale nello sviluppo di progetti energetici” al quale partecipa anche Michele Elia di Tap. Incontro sospeso

LECCE – Scudi spianati, spintoni, una carica di alleggerimento. Nel pomeriggio è scoppiata la tensione nel centro storico di Lecce. Nella sala convegni del Rettorato dell’Università del Salento, infatti, era previsto un workshop promosso da Safe su “Sicurezza e tutela ambientale nello sviluppo di progetti energetici” al quale era stata invitato, fra gli altri relatori, anche Michele Elia, country manager di Tap Italia.

Il convegno, iniziato alle 15 è però stato sospeso circa un’ora dopo. All’interno, infatti, alcuni simpatizzanti della causa No Tap hanno inscenato una protesta, ma soprattutto, all’esterno, dove erano in presidio un centinaio di manifestanti, ci sono state fasi concitate con i reparti mobili della polizia e i carabinieri.

I partecipanti al convegno

All'incontro erano previsti gli interventi di Gilberto Dialuce, dirigente generale del ministero dello Sviluppo Economico, di Mauro Libè, consigliere del ministro dell'Ambiente, del senatore Salvatore Margiotta e dei deputati Federico Massa e Ludovico Vico, oltre che di Domenico Laforgia, direttore del dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Puglia e di Arturo De Risi, del dipartimento di Ingegneria dell'innovazione.

Dopo la presentazione del progetto "Tecnologie per la sicurezza e la tutela ambientale nei gasdotti" era in programma la seconda parte del convegno, una tavola rotonda con, tra gli altri, Michele Mario Elia, country manager di Tap, Rosanno Fusco vice presidente Sviluppo di Eni e Marcello Piccinni di Confindustria Lecce.

L'accesso in sala, non era libero, ma rigidamente controllato: tutti gli interessati dovevano cioè compilare telmaticamente una scheda di adesione. Questo però non ha impedito che la voce del movimento che si oppone al gasdotto arrivasse forte fin dentro.

Video: i disordini all'esterno

Le proteste fuori

All'esterno, invece, le forze dell'ordine operavano un filtro già dai due accessi principali in piazzetta Tancredi. I manifestanti si sono piazzati alla fine di via Giuseppe Cino, traversa di via Gallipoli, proprio davanti a uno sbarramento di agenti di polizia e lungo la parte laterale del rettorato. Cori contro il gasdotto, contro i protagonisti dell'incontro ma anche nei confronti dell'ateneo salentino, accusato di non aver mai preso una posizione netta sull'opera progettata da Tap. Una volta sospeso l'incontro, da una finestra laterale dell'edificio che si affaccia proprio su via Cino è stato esposto un cartello con la scritta "Fuori la mafia dall'università" e dopo un vessillo No Tap.

Il presidio era composto da attivisti No Tap, compresi cittadini di Melendugno e dintorni, studenti universitari, esponenti della frangia antagonista: a un certo punto un improvviso tentativo di sfondamento è stato rintuzzato con spintoni a colpi di scudi; il tira e molla è durato alcuni minuti fino ad una carica di allegerimento, con colpi di manganello, successivamente c'è stato un lancio di uova contro le forze dell'ordine. Intanto si ha notizia di un altro foglio di via notificato a un attivista, al quale è fatto divieto per tre anni di entrare nel territorio comunale di Melendugno: il provvedimento è stato firmato dal questore di Lecce, Leopoldo Laricchia.IMG-20171120-WA0025-2

La nota di Tap

Sull'accaduto Tap si è espressa con una breve nota: "L'interruzione del convegno è la riprova che chi si oppone aprioristicamente alla realizzazione del progetto Tap non ha alcuna disponibilità né interesse a confrontarsi nel merito e utilizza ogni occasione per puri obiettivi di propaganda urlata delle proprie posizioni. Un fatto tanto più triste perché avvenuto nel luogo deputato al sapere e alla formazione nel libero confronto delle opinioni. Tap continuerà ad impegnarsi per garantire la massima trasparenza sulle caratteristiche tecniche e ambientali del progetto".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (79)

  • Questa gente sarà credibile ai miei occhi quando nelle loro case li vedrò cucinare "cu le leune". Ah, no, bruciandole si produce Co2. Allora tutti a disciunu.

  • Un altro grande momento di confronto nel nome della democrazia... della libertà di parola costituzialmente tutelata, tanto sbandiera e invocata dai No Tappini. Ma gli animalisti qui non intervengono in difese dei possibili, futuri pulcini che sa quelle uova potevano nascere? Non c'è nessun vegano indignato? Visto che ormai ogni cosa è un pretesto per sfogare la propria frustrazione... venghino signori, venghino. Ma va, va...

    • Silvia, mi sa che non erano uova covate. Hai sbagliato metafora. Usa delle argomentazioni vere, se ce la fai, la prossima volta. I commenti servono a questo.

  • A mio avviso il vero problema, anche scorgendo gran parte dei commenti, è che agli attivisti vien fatto credere che il gas fossile non sarà più importante nel nostro prossimo futuro. Purtroppo queste non sono altro che BUFALE a fini di puro populismo. Se leggeste la SEN approvata negli scorsi gg e perfettamente in linea con tutti gli Stati europei, capireste che tale strategia “auspica”, con investimenti di centinaia di miliardi, che nel 2030 (e ribadisco 2030, non domattina!) si possa arrivare sino al 22% di energia prodotta da fonti totalmente rinnovabili. Pur rendendomi conto che è inutile discettare con le frange più estreme, è un dato di fatto che il gas naturale avrà un ruolo fondamentale nella transizione energetica dei prossimi decenni...e questa considerazione fa decadere la maggior parte delle accanite doglianze non meramente campanilistiche fuori dall’Ateneo. Ma sarebbero disquisizioni troppo circostanziate...meglio metterla in caciara.

    • Signor Crema,complimenti per come ha snocciolato la questione. Almeno lei si è informato prima di scrivere. Ma se stava cercando obiettività e senso pratico ,questo è il posto sbagliato. Come potete notare si tende a travisare quello che uno scrive.

    • Un'altra bufala, caro Luca Crema, è che la TAP fornirà il gas oppure che porterà lavoro o che l'impato ambientale sarà minimo... se facciamo a gara di bufale la TAP vince la Champions League! Non ti conviene.

      • A parte il fatto che il mio discorso era generico e non relativo solo a Tap. Poi, sono proprio un credulone ...ed io che pensavo nelle condotte transitasse gas, quindi era una bufala anche questa. Magari passeranno ettolitri di chinotto...

        • Come volevasi dimostrare...

  • Ma veramente pensiamo di parlare di SICUREZZA e TUTELA AMBIENTALE con il principale responsabile della STRAGE DI VIAREGGIO? Veramente pensiamo di parlare di SVILUPPO energetico parlando ancora di GAS FOSSILE? " S V I L U P P O" SI, come quello di Cerano forse?

    • Ancora con questa strage di Viareggio?! Innanzitutto li perliamo di un altro carburante, trasportato con sistemi diversi da un gasdotto e per tutto quello che riguarda la "responsabilità" vatti a vedere ESATTAMENTE di cosa è responsabile, invece di ripetere la cantilena che ti è stata @#?*%$cata. Visto che ti trovi, magari spiegaci da dove vorresti prendere l'energia che ci serve, visto che molti di quelli che militano nei NO TAP sono anche degli pseudoambientalisti che protestano anche per il fotovoltaico, per l'eolico, per le centrali a biomasse ecc. ecc.

      • Ma se gli e lo detto cento volte.. la sua speranza è che qualcun altro non si informi,e creda a tali fandonie, espandendo a macchia d'olio lo psicoterrorismo

        • Pensa, Taccao, che c'è gente che crede alla fandonia che TAP porta lavoro, sviluppo e sostenibilità ambientale.... Altro che psicoterrorismo!

  • Siamo sempre ai soliti numeri: un centinaio di "notappini" insieme a qualcuno dei così detti centri sociali e a qualche anarco-insurrezionalista. Questi "signori", mai pronti a partecipare ai tavoli di discussione dove esprimere le proprie convinzioni e controbattere alle argomentazioni della TAP, sono sempre pronti a creare caos, manifestazioni NON autorizzate, blocchi stradali, danneggiamenti, baraonde e parapiglia, insomma dei "casinari" di professione. Fa benissimo il Sig. Questore ad allontanare da Melendugno questi personaggi inclini alle intemperanze e alle contestazioni ingiustificate. I Salentini sono stufi di questi "paladini" mestieranti della protesta, tornate nelle vostre case, nel Salento, ormai, NON siete più ben accetti.

    • Io sono salentino e sono stufo dell'esatto contrario. Sopratutto di chi come lei, si pretende, con arroganza di parlare a nome dei Salentini. Di chiudere qualsiasi problematica con luoghi comuni creati sempre e solo dalla tastiera di casa. Io sono stufo di gente che viene qui, non per far crescere il territorio ma per sfruttarlo. Io non sono uno che segue le proteste ne le fa, e visto che posso ancora parlare a NOME MIO come cittadino e salenti, prego lei di parlare SOLO ed esclusivamente per quel che le riguarda, non è portavoce di nulla e di nessuno. Io NON SONO STUFO delle poteste, ANZI.

      • Bella risposta. Concordo in pieno. Ma il sig. Pietro passa tutto il giorno a commentare a destra e manca, ripetendo peraltro sempre al solita pappardella imparata a memoria.

        • solo il " sign Pietro" ???? abbiamo quel portanduci del PD Marco di Corsano,Lu taccareddhu,il Giuvannino, e poi ancora lo Jacopino,lu Gianfranco,ma tanto tutti se ne sono accorti che è un portanduci solo e usa nick diversi.Miracolo dei TAPpini , come la moltiplicazione dei pani e dei pesci.addirittura lu taccareddhu risulta iscritto in tutti i today on line d'Italia,bontà sua.

    • Mentre i criminali in giacca e cravatta sono bene accetti?

  • in quel convegno di ieri a rettorato dell'unisalento c'era anche (oltre al barese michele elia) anche laforgia,( sempre barese) ex rettore ed ora uno dei dirigenti di emiliano alla regione "bari"....quindi fin troppo evidente che emiliano fa il doppio gioco a parole fa finta di essere contro tap nei fatti é a favore.... da parte salentina ( soli contro tutti....come sempre d'altra parte...) considerato che l'oper a si farà, tanto vale prendersi tutte le compensanzioni economiche e in termini di occupazione e amen!

    • Non è detto che l'opera si faccia. E' bloccata in Grecia e in Albania ci sono forti contestazioni popolare anche li. In puglia è bloccata perche stanno riaprendo la procedura VIA per problemi su una particella sottoposta a vincolo di destinazione fino al 2021 e per la vicinanza dello sbocco in mare con la prateria di posidonia e cymodocea. Quindi è tutto in itinere...parlare di compensazioni ora è troppo presto.

      • Allora è troppo presto anche per protestare,se non si sa nemmeno se si fa

        • Non si fa proprio perchè si protesta, genio.

  • La disoccupazione mentale è una brutta bestia

    • Vero, fa scrivere tante cavolate su internet

  • Figurati se permettevano di vedersi smascherate la bufale ambientaliote

    • Per inciso: TAP ogni volta che si è trovata in un confronto pubblico ha dimostrato l'incapacità di replicare alle contestazioni di merito portate dai tecnici. Vedi Russo, poi Elia con la Valenzano...etc.

      • A parte il fatto che i no TAP e Potí hanno sempre rifiutato gli inviti al confronto di TAP, di quali tecnici parli? Io non conosco nessun ingegnere qualificato che abbia sposato la causa dei no TAP, a parte il tipo che ha redatto la relazione per Potí. Ma i tecnici prezzolati contano come il due di picche in un confronto obiettivo...

  • Cose false nella nota di TAP: 1) "chi si oppone aprioristicamente alla realizzazione del progetto": l'opposizione a TAP non è aprioristica ma motviata, documentata e ormai maturata in questi 5 lunghi anni di approfondimenti vari sia da parte del movimento che da parte di testate giornalistiche nazionali. 2) "non ha alcuna disponibilità né interesse a confrontarsi nel merito": ogni volta che TAP ha provato a confrontarsi con la cittadinanza è andata in difficoltà e mandato a casa i vari country manager per manifesta incapacità di fare lobbying. 3) "Un fatto tanto più triste perché avvenuto nel luogo deputato al sapere e alla formazione nel libero confronto delle opinioni": peccato che TAP nel luogo deputato al sapere ci va da sola in un confronto blindato con personalità di suo gradimento. 4) TAP ha centinaia di migliaia di euro da spendere in propaganda e "captatio benevolentiae" mentre i cttadini salentini ci mettono solo la propria faccia e le proprie forze. Nonostante questa evidente disparità di forze, TAP continuerà a fare la sua costosa propaganda mentre il Salento continuerà a presentare le sue ragioni in direzione ostinata e contraria.

    • Ma qualcuno è al corrente che in democrazia le leggi e le sentenze si rispettano? Esperiti tutti i rimedi messi a disposizione dall'ordinamento giuridico, si procede! O non sono bastate tutte le decisioni giudiziarie a favore della tap? Giusto o sbagliato che sia in senso assoluto, le sentenze si rispettano!

      • Come si rispetta il SACROSANTO diritto dei cittadini, di protestare laddove pensano che un giudice abbia sbagliato. Si chiama DEMOCRAZIA e tante sentenze e decisioni sbagliate sono state riviste proprio grazie al sacrosanto diritto di dissentirle.

        • Ah,quindi le sentenze si rispettano solo quando fanno comodo?mi ricorda il pensiero di fn quando si parla di legge Scelba,Mancino, Fiano ecc

        • Il diritto di protestare si esercita diversamente, ed anche la democrazia è una cosa diversa da quella che intendono i NO TAP. Quando gli fa comodo invocano la legge, se il risultato non gli piace inizano ad andare proprio contro la democrazia convinti di essere dei "rivoluzionari" e denigrando chiunque non la pensi come loro. Non ce la fanno proprio a capire che non basta dire quattro fesserie completamente inventate per ottenere automaticamente la ragione.

        • Nessuno vieta a nessuno, quindi nessun può vietare che si tenga un convegno o una qualsivoglia manifestazione. Te hai il diritto di esprimere il dissenso ma non hai diritto ad interrompere manifestazione che non ti garbano.

    • Ottima disquisizione direi.

    • Il Salento Chi.... Tu e un cumulo di nullafacenti e benpensanti come Te.

      • Argomenti, oppure faccia silenzio. Offese sono inutili, dettano e dimostrano la totale mancanza di un punto di vista.

        • Concordo.

      • Bhe! Infatti, altrimenti saremmo stati in 100.000 a manifestare. Evidentemente sta più a cuore il gasdotto che non i nostri ragazzi che devono lavorare nei supermercati a 400€ al mese ( quando trovano) x esempio. Per gli alberi e dico tutti gli alberi... (se ve levati e scarme de l'occhi viditi ca nu sta ssiccane sulu le ulie) che dobbiamo fare? Boh chi se ne frega. ... Di immigrazione non se ne parla più. Salentini? Quali Salentini? avete una vaga idea di quelli che devono scappare da qui per un morso di dignità? Ma solo io mi accorgo che stiamo cambiando colore? Andate a pulire civilmente dove avete sporcato piuttosto e rispettate i nostri ragazzi della polizia ,che comunque stanno eseguendo degli ordini . P.s. Ma se lavane daveru cu l'acqua fridda?

        • 100.000??? mi faccia il piacere. Il salentino medio non esce da casa nemmeno per andare a votare alle amministrative si immagini un po se esce per andare a amnifestare. Un esempio su tutti: lecce circa 90mila abitanti...al voto ci sono andati meno della metà. Fatta quest premessa in piazza s oronzo qualche mese fa a protestare contro questo gasdotto eravamo in circa 3mila. Detto questo TAP non risolve assolutamente il problema dell'occupazione. Io avrei preferito che le uova fossero state lanciate contro i politici del PD e contro i ministri del governo anzichè contro i poliziotti...però sono prblemi marginali come le manganellate che vengono date e le cariche di alleggerimento.

        • Quindi appena faranno la TAP risolveremo il problema di disoccupazione nel Salento? Stiamo eseguendo degli ordini è una delle scuse che hanno avallato le mostruosità umane nella storia. Rimanendo in argomento però, sappia che la TAP da posti di lavoro nel Salento, pari a ZERO o quasi.

      • Fernando, prima di offendere l'interlocutore presenta le tue argomentazioni, se le hai. E poi, se ti rimane e ci vuoi degnare della tua vasta cultura, spiegaci cosa intendi per "benpensanti", perchè secondo te è un'offesa e cosa c'entra in questo contesto. Grazie.

      • "un cumulo di nullafacenti", ma chi ti credi di essere,tu piccolo ometto spara minckiate biondo dalla nascita,e sotto i capelli cosa si trova? Un cumulo di mòàèòà ?

    • Non esiste nessuna giustificazione per le gesta di questi mascalzoni. Non ci provare nemmeno.

      • Credo che on line, alla "paCa" e "sottopaCati",di mascalzoni portanduci ne troviamo abbastanza,ma che non hanno i gabbasisi x metterci la faccia, e manifestare le loro idee( chiamale se vuoi idee).tanto hanno una tastiera come amica

  • la contestazione alla tap dei cittadini è un diritto dei cittadini e sarà evidentemente sempre pacifica ma chiara

  • Mmalecarni.

  • E ci risiamo! Questi 4 gatti (di cui 3 dei vari centri sociali e tanto basta per capire di..cosa stiamo parlando) non hanno proprio la capacità di capire che la T.A.P.,cioè il progresso, andrà avanti. Andrà avanti! Fatevene una ragione.

    • Ultima cosa: definire TAP un progresso vuol dire che non ha capito nulla se lo lasci dire. Mentre il nostro governo firma accordi a parigi e li ratifica, per la riduzione delle emissioni in atmosfera e l'abbandono delle fonti fossili...investe e spinge sulla realizzazione di un gasdotto. Un po' contraddittorio non crede? McKibben (The Guardian) nel suo editoriale definisce quest'opera "una cattedrale nel deserto" "vecchia" e "superata".

      • Elenca qualcosa di più moderno, non risponda con il fotovoltaico ecc... ecc..

      • Sono anni che i governi mondiali "ratificano" davanti a caviale e champagne..Si rende conto come è impazzito il clima? Questi "cervelloni" o i vari "complottisti" pseudo ambientalisti del calibro di McKibben,che tutto sanno e niente capiscono,ci stanno facendo..crepare;ma di cosa stiamo parlando! Oggi la fonte meno inquinante in assoluto è il gas e su questo non mi puo contraddire.

        • Concordo in pieno.

        • La contraddico subito. La fonte meno inquinante è quella rinnovabile. Il gas è inquinante, è una fonte fossile. Il gas ha un potere di condizionare il clima intrattenendo il calore all'interno dell'atmosfera 30 volte superiore a quello della CO2. Mi fa piacere che lei riesca commentando un articolo su lecceprima a screditare, senza entrare nel merito, personalità come McKibben editorialista del The Guardian...non sapevo che a Lecce avessimo personalità di così alto profilo culturale da potersi permetteri di criticare "pseudoAmbientalisti" di caratura mondiale. "si rende conto di come è impazzito il clia?" La risposta è SI e proprio per questo dovremmo intervenire in modo drastico e non supportare più l'industria del fossile (gas=fossile)

    • "4 gatti"? = falso! "di cui 3 dei vari centri sociali" = falso! La protesta contro TAP è a livello internazionale. Diverse associazioni internazionali hanno contestato in diverse sedi europee quest'opera. In Italia si allarga sempre più il fronte di chi appoggia la protesta. In provincia più della metà di quei 97 sindaci hanno confermato il loro no motivato a TAP, sempre in provincia movimenti studenteschi si sono affiancati alla lotta di protesta. In provincia sempre più persone si avvicinano al movimento. Il Movimento NoTap fa parte mio padre sindacalista pensionato da anni, fanno parte altri miei familiari, fa parte moltisiima gente onesta che lavora, fanno parte professionisti del settore, fanno parte professori universitari, fanno parte genitori padri e madri di famiglia, persone perbene. Non so dove lei abbia visto questi 4 gatti di cui 3 dei vari centri sociali...esca di casa invece di passare il tempo a scrivere qui contro il movimento notap...magari li vede e li conosce di persone e cambierà sicuramente idea.

      • Ma perchè tutta questa ...ipotetica gente non scende in piazza a protestare contro la centrale di Cerano? O non siete a conoscenza che quella struttura provoca centinaia di morti l'hanno? Smettetela di fare la guerra per qualche alberello e pensate alle cose serie..!

        • Armando lei c'era il mese scorso alla protesta organizzata dal NO Carbone? Io si. Quindi taccia. Lei sa quanti morti per neoplasie polmonari ci sono all'anno nel salento? Lei è a conoscenza che il salento ha un carico ambientale tale da portare la situazione sanitaria a livello emergenziale? Non possiamo, anzi non dovremmo tollerare l'accensione nemmeno di un cerino in Puglia e pretendere che realtà insalubri quali Cerano ed Ilva siano chiuse. Invece lei che fa? contesta quelle persone che spingono per avere unosviluppo ecosostenibile e sta qui su lecceprima a rompere le palle con questi commenti provocatori...ma mi faccia il piacere.

        • Per secoli la gente ha protestato per Cerano ma da quale albero è sceso?

    • Avatar anonimo di MeNeFrego IO
      MeNeFrego IO

      quanto ti pagano? Questo è solo l'inizio, il gasdotto non si farà né ora né mai!

      • Ottimo slogan ma sbagliato sicuramente. TAP si farà tranquillo nel posto dove è stato deciso. Sappia che diversi anni fa anche gli amministratori locali dell'epoca erano d'accordo alla realizzazione dell'opera, solo che molta gente ha la memoria corta.

      • Si farà,si farà..dormi,anzi,dormite tranquill.Ma possibile che non riuscite a rendervi conto che state rasentando il ridicolo? Credete veramente di fare paura a qualcuno?Ma per favore.Per l'ennesima volta,ripeto,...andate a lavorare e a produrre,se ci riuscite!

        • Mi scusi, domando, ma perchè lei è così favorevole a quest'opera da ridicolizzare i manifestanti? sono curioso

    • Ma se il progresso ci inquinera' kii pagherà ? E sopratutto il gasdotto verrà kiuso o rimarrà aperto?

    • Meglio 4 gatti dai centri sociali piuttosto che a piede libero come Michele Elia (provi a cercare chi c'è dietro TAP)

Notizie di oggi

  • settimana

    Prima la rissa, poi un colpo di pistola in strada: mistero a Porto Cesareo

  • Cronaca

    Furiosa lite con il cugino, esplode otto colpi di pistola: rintracciato

  • settimana

    Incendio doloso nel centro di Gallipoli: sfondano vetro della trattoria e appiccano fuoco

  • Cronaca

    Voleva commemorare al corteo No Tap la figlia morta, ma il giudice dice no

I più letti della settimana

  • Un'autocisterna con Gpl si ribalta: il conducente positivo alla cocaina

  • Il drone immortala dall'alto 2mila piante di marijuana in una masseria

  • Assalto in gioielleria con espositori sfasciati: fuga in moto, poi bruciata

  • Minorenne accusa: "Violentata da due stranieri nella pineta"

  • Di notte in spiaggia ad occupare il posto per il giorno dopo: pizzicati

  • Bimbo rischia di soffocare per un acino d'uva: operato e salvo

Torna su
LeccePrima è in caricamento