Tar respinge ricorso: via libera a videosorveglianza in zone industriali

La sentenza, di alcuni giorni addietro, sblocca i lavori nelle aree di Lecce-Surbo, Nardò-Galatone, Casarano e Galatina-Soleto

Foto di repertorio.

LECCE – Via libera, dal Tar, ai lavori di installazione del sistema di videosorveglianza in tutte le principali zone industriali della Provincia di Lecce. Il Tribunale amministrativo del capoluogo salentino ha infatti sbloccato l’appalto con una sentenze emessa nei giorni scorsi. A tre mesi dall’avvio del giudizio, il giudice ha posto fine a un contenzioso promosso dall’Ati “Conscoop- Tommasi srl” contro il consorzio Asi di Lecce e il raggruppamento di imprese “Sud Segnal – Project automation spa.”.

Tutto è cominciato poco più di un anno fa quando, nel mese di aprile, il consorzio Asi di Lecce ha bandito una procedura aperta per l’affidamento dei lavori di installazione apparecchiature video e trasmissione immagini da installare nelle zone industriali di Lecce-Surbo, Nardò-Galatone, Casarano e Galatina-Soleto. La gara è stata aggiudicata dall’Ati “Sud Segnal – Project Automation spa”, ma Conscoop e la Tommasi srl hanno presentato un ricorso al Tar.

L’impugnativa promossa dalla compagine giunta seconda è stata basata sulla tesi per la quale la gara non potesse ancora ritenersi conclusa e su profili a suo dire di illegittimità (relativa all’attribuzione dei punteggi ed i criteri stessi, la verifica di anomalia dell’offerta, le dichiarazioni rese sul possesso dei requisiti generali e la composizione della commissione di gara).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Accogliendo le tesi proposte dal Consorzio Asi, difeso dall’avvocato Raffaele Pinto, e dall’Ati “Sud Segnal – Project Automation spa”, difesa dall’avvocato Alessandro De Matteis, il Tar salentino ha respinto il ricorso. Con la sentenza, i vincitori della gara hanno dunque sottoscritto il contratto e avviato il cantiere dei lavori.  Le zone industriali di Lecce-Surbo, Nardò-Galatone, Casarano e Galatina-Soleto saranno presto monitorate con più elevati standard  di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Salvato in extremis dal suicidio, in mano un biglietto d'addio incompiuto

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Estorsione ai bar e riciclaggio: oltre all'ex senatore, in manette militare salentino

  • Fra serra e casa una piccola fabbrica della marijuana: arrestato

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

Torna su
LeccePrima è in caricamento