Taviano, 400mila euro per il Palazzo Marchesale

Seconda tranche dei lavori di recupero architettonico dell'antica struttura. I fondi stanziati dalla Regione Puglia Puglia con la misura 2.1 dei fondi POR 2000-2006

Seconda tranche dei lavori di recupero architettonico del Palazzo Marchesale di Taviano, la magnifica struttura di epoca seicentesca e, in origine, di proprietà dei De Franchis, che fino ad ora è stata ristrutturata solo in maniera parziale. La Regione Puglia, con la misura 2.1 dei fondi POR 2000-2006, ha stanziato euro 400mila euro per la prosecuzione del rifacimento della facciata e del primo piano dell'antico edificio, uno step importante in vista della riqualificazione generale del centro storico della città. E se il piano terra, già ristrutturato, presto fungerà da elegante contenitore di congressi, manifestazioni enogastronomiche, spettacoli teatrali e concerti di nicchia, il primo, ospiterà gli uffici del sindaco, del presidente del consiglio e la sala consiliare.

L'idea di un "cantiere culturale" dedicato ai cittadini ha origini lontane però, e risale alla metà degli anni '90 quando, al timone dell'amministrazione comunale di Taviano, c'era l'attuale senatore Lorenza Ria: " Io, all'epoca, ero assessore alle attività produttive- racconta il primo cittadino, Salvatore D'Argento-. Da lì, ebbe inizio l'iter amministrativo e burocratico che ci ha portato fin qui. Fu allora che valutammo l'ipotesi di acquistare il Palazzo Marchesale: nel '93, il Consiglio Comunale approvò il Piano Triennale delle Opere Pubbliche e da qui, l'accesso ai POP (programmi operativi plurifondo) '94 - '96, per il recupero dei beni culturali. Con l'amministrazione Longo, arrivò il primo miliardo di lire e, con quella Tanisi, un milione di euro".
D'Argento ha dato il via ai lavori e ha già pensato a come fare perché giungano al termine.

"Abbiamo inserito il completo recupero del Palazzo Marchesale- spiega- sia nel piano triennale delle opere pubbliche 2006-2008, sia in quello 2008-2010. L'Amministrazione Comunale ha poi recentemente inoltrato una richiesta specifica di finanziamento alla Provincia di Lecce, per il rifacimento delle facciate e, un'altra, alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, da ottenersi attraverso l'otto per mille, per il completamento della ristrutturazione del primo piano". Per realizzare ciò, saranno necessari almeno due milioni di euro. " Inoltre- conclude il sindaco- abbiamo inserito il completo recupero e la successiva valorizzazione del Palazzo Marchesale De Franchis, nel piano strategico di sviluppo della Città denominato "Taviano 2020", un serio lavoro di pianificazione strategica territoriale di Area Vasta che si spera verrà finanziato".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento