Tentata estorsione col "cavallo di ritorno", in carcere dopo pena definitiva

I carabinieri hanno eseguito l'ordine di carcerazione emesso nei confronti di un 36enne di Ruffano. I fatti risalgono al 2007

LECCE – Dovrà scontare una condanna definitiva a 2 anni, 9 mesi e 21 giorni di reclusione per estorsione Angelo Frisullo, 36enne di Ruffano. I carabinieri lo hanno arrestato e trasferito nel carcere di Borgo San Nicola in esecuzione del provvedimento emesso dall’ufficio di Sorveglianza di Lecce.

La condanna scaturisce dai fatti avvenuti tra gennaio del 2006 e novembre 2007, in cui il 36enne è accusato di aver tentato di estorcere diecimila euro (poi “scontati” a 8mila) in cambio della refurtiva: due auto (una Suzuki Swift e una Bmw), gioielli e materiale informatico.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento