Tentata estorsione col "cavallo di ritorno", in carcere dopo pena definitiva

I carabinieri hanno eseguito l'ordine di carcerazione emesso nei confronti di un 36enne di Ruffano. I fatti risalgono al 2007

LECCE – Dovrà scontare una condanna definitiva a 2 anni, 9 mesi e 21 giorni di reclusione per estorsione Angelo Frisullo, 36enne di Ruffano. I carabinieri lo hanno arrestato e trasferito nel carcere di Borgo San Nicola in esecuzione del provvedimento emesso dall’ufficio di Sorveglianza di Lecce.

La condanna scaturisce dai fatti avvenuti tra gennaio del 2006 e novembre 2007, in cui il 36enne è accusato di aver tentato di estorcere diecimila euro (poi “scontati” a 8mila) in cambio della refurtiva: due auto (una Suzuki Swift e una Bmw), gioielli e materiale informatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

Torna su
LeccePrima è in caricamento