Tentata estorsione col "cavallo di ritorno", in carcere dopo pena definitiva

I carabinieri hanno eseguito l'ordine di carcerazione emesso nei confronti di un 36enne di Ruffano. I fatti risalgono al 2007

LECCE – Dovrà scontare una condanna definitiva a 2 anni, 9 mesi e 21 giorni di reclusione per estorsione Angelo Frisullo, 36enne di Ruffano. I carabinieri lo hanno arrestato e trasferito nel carcere di Borgo San Nicola in esecuzione del provvedimento emesso dall’ufficio di Sorveglianza di Lecce.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La condanna scaturisce dai fatti avvenuti tra gennaio del 2006 e novembre 2007, in cui il 36enne è accusato di aver tentato di estorcere diecimila euro (poi “scontati” a 8mila) in cambio della refurtiva: due auto (una Suzuki Swift e una Bmw), gioielli e materiale informatico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo alla Scu: droga ed estorsioni. Scatta il blitz, dieci arresti

  • Accoltella la madre e poi si lancia nel vuoto: tragedia in una famiglia salentina

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Vento e pioggia, strade trasformate in fiumi. Auto in panne e allagamenti

  • Rintracciata a Ostia: il 30 giugno, dopo cena, era uscita senza fare rientro

  • Cede il ponte, travolto da un'auto: 18enne con grave ferita a una gamba

Torna su
LeccePrima è in caricamento