homemenulensuserclosebubble2shareemailgooglepluscalendarlocation-pinstarcalendar-omap-markerdirectionswhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companieslocation-arrowcarbicyclesubwaywalkingicon-cinemaicon-eventsicon-restauranticon-storesunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Tenta rapina in banca, fugge a mani vuote rubando un'auto: preso l'autore

E' caccia a un individuo che, intorno alle 15, ha fatto irruzione nella filiale dell'istituto "Credem" di Lizzanello. Sul posto, i carabinieri della stazione locale

La filiale "visitata" dal malvivente

LIZZANELLO – Si è presentato da solo in banca, in un orario in cui non vi era che una manciata di clienti. Una rapina è sfumata, nel primo pomeriggio, nella filiale Credem di Lizzanello. Il rapinatore ha fatto irruzione nei locali del centro intorno alle 15, ma è stato messo in fuga. Appena entrato nello stabile, si è calato un passamontagna sulla testa. Una dipendente della banca ha notato la manovra e ha provveduto a bloccare la porta  verso l’interno. 

Per procurarsi un’immediata via di fuga, il rapinatore si è accorto che a pochi passi un avventore del “Bar San Lorence” aveva lasciato una Ford Focus con le chiavi nel quadro d’accensione. Ne ha approfittato allontanandosi a forte velocità. Sono tate allertate le ricerche, poi estese anche ai comandi  limitrofi.SABATO Ubaldo1-2

L’auto, provvista di antifurto satellitare è stata ritrovata poco dopo a Martignano. Nel frattempo, però, il 44enne è stato riconosciuto da alcuni testimoni: è stato rintracciato anche lui, a pochi metri dall’auto. Nel corso delle ricerche  è spuntato persino  il cappello in lana blu con i fori per gli occhi usato a mo’ di passamontagna. Ubaldo Sabato, 44enne del posto, peraltro con diversi precedenti alle spalle, è stato immortalato durante la sequenza delle sue azioni dalle videocamere del sistema di sorveglianza installato all'esterno dell'edificio.  E’ finito in manette con l’accusa di tentata rapina e furto di autovettura, in flagranza di reato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • poverino, regalate a questo sfortunato una ford focus senza satellitare...

  • Questi signori non cambiano mai e magari che entrano e escono si vede che quello sanno fare per fortuna seneandato a mani vuote adesso gli danno i domiciliari

  • Pena mite, ma con la Sfiga che si porta costui, se dovesse ritentare un colpo corre il rischio di essere colpito da un meteorite.

  • Arresti domiciliari con 6 ore di libertà giornaliere (per organizzare il prossimo colpo).

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Con lo scooter finisce nelle campagne, muore carabiniere in pensione

  • Cronaca

    Per giorni fa “shopping” nei negozi di lusso del centro. Fermata una turista inglese

  • Cronaca

    Dai Balcani verso il Salento con marijuana per 700mila euro: arrestati due scafisti

  • Cronaca

    Diritti e pretese nella festa patronale: "Chiamo Paolo e ti trovi disoccupato"

I più letti della settimana

  • Un altro giro di giostra, la tragedia di Samuele sembra non aver insegnato nulla

  • Ingerisce tre fiale di cianuro, muore 30enne. Sarà disposta l'autopsia

  • L’amica non ha notizie da Facebook e chiede aiuto: 56enne trovata senza vita

  • Tragedia a Otranto: dimentica chiavi e si inerpica al secondo piano. La fune cede, muore 68enne

  • Notte della Taranta, con Carmen Consoli ritorno alla tradizione popolare

  • Diritti e pretese nella festa patronale: "Chiamo Paolo e ti trovi disoccupato"

Torna su
LeccePrima è in caricamento