Tenta rapina in banca, fugge a mani vuote rubando un'auto: preso l'autore

E' caccia a un individuo che, intorno alle 15, ha fatto irruzione nella filiale dell'istituto "Credem" di Lizzanello. Sul posto, i carabinieri della stazione locale

La filiale "visitata" dal malvivente

LIZZANELLO – Si è presentato da solo in banca, in un orario in cui non vi era che una manciata di clienti. Una rapina è sfumata, nel primo pomeriggio, nella filiale Credem di Lizzanello. Il rapinatore ha fatto irruzione nei locali del centro intorno alle 15, ma è stato messo in fuga. Appena entrato nello stabile, si è calato un passamontagna sulla testa. Una dipendente della banca ha notato la manovra e ha provveduto a bloccare la porta  verso l’interno. 

Per procurarsi un’immediata via di fuga, il rapinatore si è accorto che a pochi passi un avventore del “Bar San Lorence” aveva lasciato una Ford Focus con le chiavi nel quadro d’accensione. Ne ha approfittato allontanandosi a forte velocità. Sono tate allertate le ricerche, poi estese anche ai comandi  limitrofi.SABATO Ubaldo1-2

L’auto, provvista di antifurto satellitare è stata ritrovata poco dopo a Martignano. Nel frattempo, però, il 44enne è stato riconosciuto da alcuni testimoni: è stato rintracciato anche lui, a pochi metri dall’auto. Nel corso delle ricerche  è spuntato persino  il cappello in lana blu con i fori per gli occhi usato a mo’ di passamontagna. Ubaldo Sabato, 44enne del posto, peraltro con diversi precedenti alle spalle, è stato immortalato durante la sequenza delle sue azioni dalle videocamere del sistema di sorveglianza installato all'esterno dell'edificio.  E’ finito in manette con l’accusa di tentata rapina e furto di autovettura, in flagranza di reato.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • poverino, regalate a questo sfortunato una ford focus senza satellitare...

  • Questi signori non cambiano mai e magari che entrano e escono si vede che quello sanno fare per fortuna seneandato a mani vuote adesso gli danno i domiciliari

  • Pena mite, ma con la Sfiga che si porta costui, se dovesse ritentare un colpo corre il rischio di essere colpito da un meteorite.

  • Arresti domiciliari con 6 ore di libertà giornaliere (per organizzare il prossimo colpo).

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nel Salento ci si continua a “bucare”. Centinaia di nuovi eroinomani in un anno

  • Cronaca

    Dalla droga “empatizzante” a quella dell’isolamento: la siringa è ancora di moda

  • Nardò

    Oasi Sarparea, gli investitori internazionali puntano sul turismo di nicchia e sostenibile

  • Politica

    Perrone al quarto posto: i leccesi confermano un alto gradimento per il sindaco

I più letti della settimana

  • Se ne è andato Rocco. Il popolo dell'Orient Express piange il suo faro

  • Ducato in fiamme sulla statale 274: stava trasportando studenti a casa

  • Oltre quattro etti tra marijuana e hashish: in manette un pescatore

  • Nonna confonde bimbo, il padre si mette a urlare: "Rapiscono mio figlio"

  • Finti incidenti per truffare anziani, tradito dalla Mercedes noleggiata

  • ll killer "Triglietta" aggredisce due agenti in carcere: lo rivela il Sappe

Torna su
LeccePrima è in caricamento