Il vetro del centro scommesse in frantumi: ladri “disturbati” dall’allarme

Il colpo è sfumato, intorno alle 3 della notte, in un’agenzia di scommesse sportive a Melendugno. Una volta all’interno, i malviventi hanno anche aperto le slot machine, ma sono stati costretti alla fuga

Carabinieri e vigilanza sul posto.

MELENDUGNO – I ladri provano a mettere a segno un colpo, nella notte, ma il piano sfuma e loro se ne vanno a mani vuote. È accaduto a Melendugno, poco prima delle 3, ai danni del centro scommesse Eurobet in via Fratelli Longo. I malviventi hanno mandato in frantumi il vetro della porta di ingresso, per poi accedere all’interno del locale.

Fortunatamente, il sistema di allarme si è subito attivato, richiamando sul posto sia le guardie giurate dell'istituto di vigilanza Alma Roma, sia le forze dell’ordine. La banda, intanto, si era già diretta verso le slot machine custodite nell’esercizio, aprendole per arraffare i contanti.

Ma disturbati dal frastuono dell’antifurto e, probabilmente, da un messaggio lanciato da  un complice che ha atteso all’esterno, sono subito fuggiti senza portare via nulla Sul luogo, intanto, i carabinieri dell’Aliquota radiomobile della compagnia di Lecce, assieme al proprietario dell’attività commerciale.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Vino adulterato: undici arresti e quattro aziende sequestrate dal Nas

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento