Uomo si lancia dal primo piano di una casa: portato in ospedale, ma muore

E' accaduto nel primo pomeriggio, a Taviano. Il ferito, soccorso dai sanitari del 118, è stato condotto d'urgenza al "Vito Fazzi" di Lecce

Foto di repertorio

TAVIANO – Si lancia dal primo piano di un'abitazione e finisce in gravi condizioni in ospedale dove, però, muore qualche ora dopo il ricovero. E’ accaduto nel primo pomeriggio, a Taviano, in via Donizetti. Un uomo di mezza età si è lasciato cadere, all'improvviso, e ha riportato gravi lesioni su tutto il corpo.

I residenti della zona gli hanno prestato immediati soccorsi e allertato gli operatori del 118. I sanitari, giunti sul posto, hanno constatato la complessità del quadro clinico dell’uomo e lo hanno accompagnato d’urgenza presso l’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce.

L'uomo è stato affidato alle cure dei medici della struttura, i quali lo hanno sottopoto a una serie di accertamenti. Sul luogo dell’accaduto, intanto, si sono recati anche i carabinieri della stazione locale, per ascoltare famigliari e vicini del ferito. Purtroppo, però, intorno alle 18 è arrivata la triste notizie: il suo cuore aveva smesso di battere. 

Notizia aggiornata alle 19,50 circa.

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Si allontana, attraversa la litoranea e raggiunge la scogliera: paura per un bimbo di 3 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento