Nel cimitero per profanare la tomba di una donna. Forse una bravata tra ragazzi

Alcuni individui si sono introdotti nel camposanto, nella tarda serata di ieri. Dopo aver divelto il sepolcro, sono fuggiti via. Ad allertare le forze dell'ordine, il custode. Gli inquirenti non escludono la pista dei riti satanici

SQUINZANO - Se ne è accorto solo questa mattina quando, all'alba, ha raggiunto il cimitero per aprire i cancelli ai visitatori. Il custode del camposanto di Squinzano, non si è trovato però di fronte ad una di quelle scene alle quali avrebbe mai voluto assistere.

Una tomba gentilizia, una delle tante presenti nel cimitero, era stata divelta e manomessa. Sconvolto dall'accaduto, l'uomo ha immediatamente allertato le forze dell'ordine che, sopraggiunte, non hanno potuto fare altro che constatare la veridicità delle affermazioni del custode: il tumulo, dove era seppellita una donna del posto, era stato effettivamente profanato.

Gli inquirenti hanno, da subito, avviato tutte le indagini del caso, nel tentativo - certamente non facile - di intercettare i responsabili di quello che sembra essere un pesante atto vandalico, forse una bravata tra ragazzi. Non si escludono, al momento, anche altre piste nelle indagini, compresa quella che potrebbe portare al fenomeno dei riti satanici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

  • Precipita dalle mura del centro di Gallipoli: un 30enne in gravi condizioni

  • Quell'auto sospetta agganciata più volte. Ed è una sfida ad alta velocità

  • Eroina, cocaina e marijuana: tre arresti, segnalati i due acquirenti

  • Breve temporale, ma il fulmine si abbatte sulla casa: impianto elettrico fuori uso

Torna su
LeccePrima è in caricamento