Il lido? Con gavitelli e persino torretta di salvataggio. Ma era tutto abusivo

La paradossale vicenda a Torre Castiglione. Lo sgombero dei militari della guardia costiera. C'erano sdraio e ombrelloni

PORTO CESAREO - C'erano persino la torretta di salvataggio per il bagnino e i gavitelli di segnalazione. Quando si dice: tutto scrupolamente in regola, ma anche no. L'aspetto principale della storia, infatti, è un altro. L'area sarebbe stata occupata senza alcuna autorizzazione.

La paradossale vicenda arriva da Torre Castiglione, nei pressi di Porto Cesareo, dove la guardia costiera di Torre Cesarea e i militari della capitaneria di Gallipoli, dopo verifiche sul demanio marittimo, hanno riscontrato l'installazione abusiva di uno stabilimento balneare. Il lido occupava, secondo i militar senza alcun titolo autorizzativo, un’area di arenile di oltre 200 metri quadri. Con già citati torretta e gavitelli, oltre a ombrelloni e sdraio posizionati sulla sabbia. Tutto finito sotto sequestro.

L’area demaniale è stata sgomberata e restituita all'uso libero dei bagnanti. Il responsabile è stato denunciato all’autorità giudiziaria. 

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Codacons: tariffe telefoniche in grave aumento

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

Torna su
LeccePrima è in caricamento