Torre Chianca tra degrado e abbandono, i residenti chiedono interventi immediati

Dopo i danni e i disagi causati dal nubifragio dei giorni scorsi, non si placa la protesta dei residenti della marina leccese di Torre Chianca, che lamentano cattivo odore, sporcizia e abbandono. I cittadini pronti a iniziative

 

TORRE CHIANCA (LECCE) - Dopo i danni e i disagi causati dal nubifragio dei giorni scorsi, non si placa la protesta dei residenti della marina leccese di Torre Chianca, che lamentano cattivo odore, sporcizia e abbandono. “Non è più possibile vivere in questo degrado", il coro unanime di residenti, villeggianti e commercianti della marina.

Due sono stati gli episodi che hanno scatenato l'ira dei cittadini di questi ultimi giorni. Il primo dovuto all'incuria nella pulizia del canale, ingombro di materiale di ogni genere, capace di cerare ristagni d'acqua che generano odori insopportabili e ostruzioni degli scarichi. Una situazione che sarebbe peggiorata dopo i servizi di manutenzione dei giorni scorsi. Il secondo evento sono i danni creati dalle piogge di lunedì e martedì scorso, i cui danni e disagi stradali sono ancora ben visibili.

I residenti auspicano un intervento immediato, abbozzando anche una proposta destinata a sindaco e giunta: “Sistemiamo a nostre spese le vie più disastrate della marina a fronte della sospensione dell'Imu”. Un appello che ha come principale scopo far capire che l'obiettivo è risolvere i problemi e non avanzare inutili critiche. Il secondo appello è inidirizzato all'assessore Messuti, cui si chiede di mettere a disposizione le risorse economiche. Anche i commercianti della zona (lidi, pizzerie, salumerie, et cetera) si uniscono alla protesta dei residenti e villeggianti, esausti delle condizioni precarie che non permettono di svolgere al meglio le loro attività.

In ultimo, la protesta dei residenti e dei villeggianti uniti in un comitato spontaneo composto anche dai commercianti, si eleva contro la Pro Loco di Torre Chianca per la mancanza di interesse dimostrata ampiamente nel corso del tempo per quasi tutte le zone del Borgo in questione e sopratutto per le zone principali della marina le quali sono sconosciute allo stesso In particolare,via delle Mimose è la via principale di esodo e di passaggio anche dei mezzi pubblici).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Intervento di riduzione dello stomaco, muore in casa dopo un malore

  • Cinque tamponi positivi al Covid-19, due per residenti in provincia di Lecce

  • Tenta rapina nel market, ma il cassiere reagisce. Arrestato dopo la fuga

  • Spaccio di stupefacenti, armi e rapine, in 23 davanti al giudice

  • Operazione “San Silvestro”, droga dall’Albania, scattano nove arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento