Si getta in mare, non riesce a rientrare: salvati anche gli amici andati in suo aiuto

Attimi di panico a Torre dell'Orso. I bagnini di un lido hanno riportato a riva i ragazzi. Chiamati anche idromoto e il 118

Scorcio di Torre dell'Orso.

TORRE DELL’ORSO – Attimi di paura nel primo pomeriggio a Torre dell’Orso, marina di Melendugno, per tre ragazzi che sono rimasti in balia del mare mosso, con onde oggi particolarmente alte. Si tratta di giovani turisti. Tutto è avvenuto quando una ragazza, 14enne, ha deciso di fare un tuffo in acqua, nonostante le condizioni non fossero proprio favorevoli. Ma ha avuto subito difficoltà a rientrare verso la spiaggia e due amici che erano a riva, in sua compagnia, si sono immediatamente lanciati per soccorrerla.

Il problema è che sono entrati tutti nel panico e anche gli altri due si sono ritrovati in balia delle correnti. E’ stata questione di istanti. Dal vicino lido La Cueva i bagnini si sono subito messi in azione e hanno riportato a riva i tre malcapitati. Nel frattempo, era stato anche richiesto il supporto dell’idromoto dei volontari della guardia costiera ausiliaria, che ha raggiunto Torre dell’Orso dalla vicina San Foca. All’arrivo, però, i ragazzi erano già stati riportati a riva.

Soprattutto la 14enne, però, sembrava aver risentito parecchio della disavventura, avendo ingerito acqua. Per questo, è stato richiesto anche l’intervento del 118. Sul posto sono così arrivati l’automedica e l’ambulanza da Martano. I ragazzi, comunque, sono stati trattati sul posto e non c’è stata necessità di ricovero in ospedale.

Già in mattinata si erano avuti problemi non lontano da lì, nella zona di Otranto, per altri due bagnanti che rischiavano di essere risucchiati. Anche in quel caso, situazione rientrata in pochi minuti, sebbene fosse già stata messa in allerta la guardia costiera. Sono tutte situazioni che indicano quanto si debba portare rispetto, sempre, per il mare, di fronte al quale, a volte, ci si approccia con troppa superficialità.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • Mafia, droga e spari all’ombra delle “Vele”, chieste condanne per due secoli e mezzo

Torna su
LeccePrima è in caricamento