Sub disperso al largo di Torre Rinalda, salvato dagli operatori in idromoto

La richiesta d'intervento è arrivata direttamente dalla capitaneria di porto. L'uomo era in difficoltà per il mare molto agitato

TORRE RINALDA – Un sub disperso al largo di Torre Rinalda è stato salvato grazie al tempestivo intervento di primo soccorso in mare della sezione di Lecce della Società nazionale salvamento. E’ successo ieri, intorno alle ore 13. E’ stata la capitaneria di porto ad allertare il servizio, che dalla scorsa settimana è attivo gratuitamente sulla spiaggia di Torre Chianca.

Gli operatori, Michael Mazzeo e Micaela Colucci, sono partiti dal lido Sanbasilide a bordo di una idromoto. Le condizioni del mare erano molto agitate, a causa del forte vento. L’uomo, M.P., si trovava in difficoltà a 250 metri dalla costa. Una volta raggiunto, è stato caricato sulla barella e condotto in spiaggia dove ad attenderlo c'era già la guardia costiera.

Si tratta del terzo recupero in una settimana degli operatori del servizio nato per rafforzare il pattugliamento per la sicurezza in mare sulle coste salentine e supportato da F&p Fabbrica degli occhiali. Dalla prossima settimana il servizio si sposterà presso il Lido York di San Cataldo. Il numero per le emergenze in mare è il 1530 della capitaneria, ma se si volesse contattare direttamente il servizio: 3277396404.  

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Pannelli fotovoltaici: come funzionano e i vantaggi

  • Molteplici benefici per chi cammina in riva al mare

I più letti della settimana

  • Spaccio di cocaina nella "movida": 13 arresti e quattro locali rischiano la chiusura

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Un tuffo dall’alta scogliera: lesioni cervicali per un 16enne

  • Briatore scatenato su Instagram: “A Gallipoli mandano via gli yacht”

  • Scontro frontale tra due auto: 4 feriti. Coinvolta anche un’autocisterna

  • Scu, droga a fiumi e spari nella notte: in 46 rischiano il processo

Torna su
LeccePrima è in caricamento