Tra sequestri e incidenti, Carnevale in "trincea"

Gallipoli: l'altro volto della kermesse. Requisite 500 bombolette di schiuma-spray vendute o detenute illegalmente. Controlli serrati per il traffico e in serata scontro su corso Italia: due feriti

Le bombolette sequestrate ieri.
Colori, maschere, coriandoli e tanto divertimento per il 68° Carnevale di Gallipoli. Carri allegorici in movimento e in bella mostra, così come fiumi di persone e di auto incolonnate in arrivo e poi in uscita dall'imbuto della città bella. L'altro volto del carnevale gallipolino è quello dipinto, e non certo mascherato, della task-force delle forze dell'ordine impegnate per l'intera giornata di ieri per garantire controlli e sicurezza su più fronti: dalle verifiche commerciali, al presidio agli ingressi cittadini; dalla "scorta" ai carri e ai gruppi mascherati, alla disciplina della viabilità sull'intera rete stradale comunale e non; dalla prevenzione dei reati e degli eccessi, ai rilievi per gli immancabili incidenti stradali. Forze dell'ordine a pieno regime dunque, con il coordinamento dei relativi comandi di polizia municipale, polizia, carabinieri, guardia di finanza, vigili del fuoco, protezione civile e Capitaneria di porto. E con l'ausilio di vigilanza privata e volontari addetti al servizio di "controllo" delle sfilate e del palco disposta dall'Associazione del Carnevale. Il tutto per garantire una giornata "tranquilla" a partecipanti e visitatori.

Un bilancio positivo, eccezion fatta per l'irrefrenabile utilizzo delle bombolette spray che nonostante divieti, sequestri e appelli a iosa hanno continuato ad imperversare per tutta la sfilata. E anche oltre. Bersagliati anche i carri allegorici e i gruppi che hanno sfilato sul corso, e il tutto nonostante l'azione preventiva e le sanzioni comminate dagli agenti della municipale tra domenica scorsa e la giornata di ieri. Dopo le oltre centro bombolette sequestrate due giorni addietro, altri 500 spruzzatori sono stati requisiti sia a commercianti che ad utenti mascherati. Una repressione capillare, ma purtroppo non sufficiente contro la "strafottenza" di chi non ha la cultura del rispetto della convivenza civile. Lavoro supplementare in serata per i vigili urbani che oltre a disciplinare il deflusso delle auto sono dovuti intervenire per i rilievi di un incidente stradale (la ricostruzione al vaglio dei marescialli Giampiero Cataldi e Fabio Oltremonte e sul posto anche il comandante Patrizio Giannone) che ha letteralmente bloccato Corso Italia. Nello scontro sono state coinvolte quattro auto, (una Mercedese Classe A, una Peugeot 206, una Panda e una Fiat cinquecento) e per due dei conducenti, rimasti feriti, si è reso necessario il trasporto al vicino ospedale. E per le forze dell'ordine gallipoline non c'è tempo di tirare il fiato: sabato nuova sfilata di premiazione e città nuovamente invasa di auto e visitatori. E domenica, per non farsi mancare nulla, la gara interna del Gallipoli contro il Foggi. Come dire un altro fine settimana… in trincea. E nella speranza di rilevare sempre fatti nel complesso di lieve entità come avvenuto nella giornata di ieri. Anche se questo, è quasi scontato ribadirlo, dipende molto dalla civiltà e dell'accortezza di tutti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Carabiniere e “Le Iene” sott’accusa, chiesti 100mila euro di risarcimento

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

  • Nuova ondata di maltempo: allerta arancione in attesa delle violente raffiche di vento

  • Violentò la figlia e nacque una bambina: il padre condannato a 30 anni

Torna su
LeccePrima è in caricamento