Tragedia in Veneto, 38enne di origine salentina trovato morto dalla fidanzata

L'uomo, originario di Minervino, viveva in provincia di Treviso. A causare il decesso è stato forse un malore

LECCE - A trovare il corpo senza vita di Davide Esposito, 38enne originario di Minervino di Lecce, trapiantato in provincia di Treviso, è stata la fidanzata. La tragedia è avvenuta domenica pomeriggio a Padernello di Paese, all'interno di un appartamento di via Fonderia Montini, dove l'uomo viveva. A causare il decesso è stato con ogni probabilità un malore fatale, forse un infarto mentre si trovava a letto a riposare. 

Il 38enne si era trasferito in Veneto per lavoro ed era un dipendente della Osram di Castagnole. Inutile l'intervento del 118. I medici, giunti sul posto, hanno inutilmente tentato di rianimare il Esposito, costatandone poi il decesso. Intervenuti presso la palazzina anche i carabinieri di Montebelluna, per svolgere gli accertamenti del caso. Gli amici e i colleghi potranno dare l'ultimo saluto a Davide presso l'obitorio di Treviso; la salma domani sarà trasferita presso il paese d'origine del 38enne per i funerali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Villa confiscata fin dal 2015, ma lui era sempre lì: sgombero forzato

  • Costrette a prostituirsi anche con il maltempo, in manette lo sfruttatore

  • Preoccupazione per il vento delle prossime ore: allerta “gialla” sul Salento

  • Il giallo del piccolo Mauro: ascoltati per ore i genitori in una località segreta

Torna su
LeccePrima è in caricamento