Tragedia in spiaggia, l'autopsia conferma: Giulia morta per congestione

E' stata con ogni probabilità una congestione a spezzare la giovane vita di Giulia Colucci, la ragazza 16enne, originaria di Surbo, deceduta sabato pomeriggio nella marina leccese di Torre Chianca. A stabilirlo l'autopsia

 

LECCE – E’ stata con ogni probabilità una congestione a spezzare la giovane vita di Giulia Colucci, la ragazza di appena 16 anni, originaria di Surbo, deceduta sabato pomeriggio nella marina leccese di Torre Chianca. L’autopsia, infatti, eseguita dal medico legale Roberto Vaglio, ha escluso che si sia trattato di un annegamento. Per avere un quadro più preciso delle cause del decesso, però, bisognerà attendere gli esiti degli esami.

In quel tragico e afoso pomeriggio estivo la 16enne si trovava nello stabilimento “Lido Cambusa”.  Nel primo pomeriggio la giovane vittima aveva deciso di rinfrescarsi con un bagno. Tornata a riva, alcuni istanti dopo, sorretta da alcune persone che l'avrebbero notata in preda a difficoltà, la 16enne avrebbe cominciato a vomitare davanti ai bagnanti, che allarmati hanno subito chiamato i soccorsi. Tra i presenti, anche un medico che, con i colleghi del 118, sopraggiunti con un'ambulanza pochi minuti dopo, ha tentato in tutti i modi di rianimare la ragazza, le cui condizioni sono apparse da subito gravi. La corsa presso l'ospedale "Vito Fazzi" di Lecce si è rivelata inutile: per Giulia non c'era più nulla da fare.

A rendere ancora più triste questa ennesima tragedia di un’estate segnata dai lutti, il fatto che alcuni anni addietro, la stessa sorte ea già toccata al padre, deceduto in circostanze simili.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • ci vogliono più medici a disposizione degli studenti universitari senza assistenza alcuna.....dei day hospital pronti alle emergenze....ieri ho avuto il numero 67 e dalle 13 me ne sono andata tardissimo dal vito fazzi........ci vogliono più medici.....più medici......

    • L'ospedale non è una pizzeria dove vieni e ti servono...non si può pretendere che a ogni paziente ci sia un medico pronto a prendersi cura... se Lei ha aspettato molto tempo sicuramente non aveva bisogno di cure urgenti...o meglio sarà sicuramente stato un'urgenza deferibile che forse poteva esser risolto in G.M. o dal medico curante... ricordo a tutti che la situazione sanitaria è stata voluta da: Governo centrale e Governo regionale per far fronte a una crisi economica sinceramente io avrei risparmiato su altre cose come l'illuminazione pubblica, auto blù e ristrutturazioni inutili...ma io non  son un politico ma solamente un semplice cittadino.  

Notizie di oggi

  • Politica

    Elezioni comunali: alle 19 ha votato il 57,7 per cento degli elettori leccesi

  • Nardò

    Si indaga sull’ennesima auto in fumo: forse l’azione di un piromane

  • Politica

    Sulla scheda il candidato che “non esiste”: un "De" di troppo ma elezioni proseguono

  • Sport

    La prevenzione contro il cancro si fa "di corsa": torna la “Gallipoli ColouRun”

I più letti della settimana

  • Fuori strada di notte con la Mercedes, viene ritrovato morto all'alba

  • Cosparso di escrementi e bruciato con le sigarette a 3 anni se si opponeva alle molestie: indagati padre e zio

  • Suicida in cella d'isolamento, la madre denuncia: "Mio figlio doveva prendere farmaci"

  • Esplode il distributore di bibite: operaio 23enne in prognosi riservata

  • In tre lo accerchiano sotto casa, commerciante pestato e rapinato

  • Un Rolex inesistente e il finto rimborso. Ed è doppia truffa da 24mila euro

Torna su
LeccePrima è in caricamento