Donna denuncia in caserma: "Ha tentato di baciarmi con la forza"

Un soggetto è indagato dai carabinieri della stazione di Trepuzzi. Secondo il racconto, lei si sarebbe fermata mentre era in automobile, richiamata da un suo conoscente, che poi avrebbe avuto una reazione del tutto inattesa

TREPUZZI – E’ stata una denuncia presentata ieri mattina presso la stazione dei carabinieri di Trepuzzi a far scattare le indagini su un uomo che ora risponde di violenza sessuale, violenza privata e lesioni personali dolose. La donna ha riferito che il soggetto in questione, all’alba del giorno precedente, avrebbe tentato di baciarla, stringendola a sé. Lei si sarebbe divincolata, riuscendo a sfuggire, per poi recarsi in ospedale e farsi refertare.

Il fatto, così come da emerge dal racconto effettuato dalla donna, risale alle 6,30 circa mattinata precedente. Ai carabinieri ha spiegato che in quel momento era alla guida della sua autovettura e stava percorrendo via San Giovanni Bosco. A un certo momento, nei pressi di un altro veicolo, ha notato l’uomo, di sua conoscenza. Questi le avrebbe fatto cenno di fermarsi. Forse non avendo sentore di quanto di lì a poco sarebbe accaduto, la donna ha arrestato la marcia. A quel punto, lui si sarebbe fato avanti, avvicinandosi e tentando di baciarla.

Lei avrebbe reagito respingendolo e riuscendo così a sottrarsi, fino a fa desistere l’uomo, che a quel punto si sarebbe allontanato a bordo della sua autovettura. Lei, in un secondo momento, ancora sconvolta per quanto accaduto, s’è recata in ospedale, dove ha avuto alcuni giorni di prognosi e, in seguito, in caserma. Qui i carabinieri hanno raccolto la sua denuncia e provveduto a identificare il soggetto, deferito alla Procura di Lecce.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento