Infilano fogli di giornale nel cofano per bruciare l'auto di un'infermiera

E' successo a Tricase, in tarda serata. Sul posto i vigili del fuoco del distaccamento locale e i carabinieri. Il rogo limitato alla parte anteriore. Al momento non è chiaro il movente dell'atto palesemente doloso

TRICASE – Per bruciare - o almeno tentare di farlo - una Peugeot 508, qualcuno ha pensato bene, questa volta, di usare un metodo antiquato: non diavolina o benzina, ma fogli di giornale, conficcati nelle fessure del cofano e infiammati con un accendino o qualche fiammifero. I danni non sono stati estesi, limitandosi alla parte anteriore del veicolo, ma rimane il gesto, sconsiderato e, per ora, misterioso. Solo l’ennesimo di una serie interminabile.

E’ successo intorno alle 23,30 a Tricase, in largo Santa Lucia. I vigili del fuoco del distaccamento di Tricase, avvisati subito, in breve sono arrivati sul posto e hanno impedito che le fiamme si propagassero ulteriormente. E, poco dopo, sono arrivati anche i carabinieri per gli accertamenti. Si tratta di un’autovettura di proprietà di una donna di 50 anni. Lavora come infermiera presso l’ospedale “Cardinale Panico”. Incensurata, così come marito e figli. Insomma, una famiglia tranquilla e perbene, vittima, come già successo a centinaia di altri salentini, di un gesto barbaro.

Quello degli incendi di vetture è uno dei fenomeni più diffusi. Spesso, il modo che in tanti trovano più semplice ed efficace per risolvere anche piccole e futili dispute. I militari stanno verificando se vi siano videocamere in zona che abbiano immortalato qualche movimento sospetto.   

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sbanda e si ribalta un paio di volte: in due in prognosi riservata

  • Politica

    Frazione organica, ritiro a singhiozzo: le buste devono essere compostabili

  • Attualità

    De Candia e Leandro, memoria a rischio: le loro opere molto copiate dai falsari

  • Cronaca

    Il nuovo pentito della Scu: “La mia latitanza anche a Porto Cesareo”

I più letti della settimana

  • Finisce con la Porsche nei campi: muore durante il ricovero giovane imprenditore

  • Troppo gravi le ferite, muore in ospedale 25enne ferito in un incidente stradale

  • Sorpassa due auto, poi il frontale con la terza: 30enne in codice rosso

  • Violenta lite in famiglia. Colpisce con un coltello la cognata: arrestato

  • Torna il linguaggio mafioso a Parabita: minacce ai commissari e manifesti funebri al candidato

  • Carne conservata male e lavoratori in nero: maxi multa a un negoziante

Torna su
LeccePrima è in caricamento