Termina la fuga di Piccinonno: trovata in un distributore assieme a un uomo

La 33enne, accusata di omicidio ed evasa ieri da una comunità di Turi, è stata rintracciata a Specchia

Foto di repertorio

SPECCHIA – E’ durata poche ore la fuga di Valentina Piccinonno, evasa nel pomeriggio di ieri da una comunità di Turi, nel Barese. La 33enne di Monteroni di Lecce è stata fermata, nella notte, in una stazione di servizio alle porte di Specchia, nel Capo di Leuca. Si trovava a bordo della Nissan di un altro individuo, un 62enne di origini egiziane ma residente a Bari, che ha favorito la sua fuga, mettendosi a disposizione in un viaggio di 200 chilometri.

La donna, sottoposta a un controllo da parte dei carabinieri della stazione locale e della compagnia di Tricase, sotto la guida del capitano Alessandro Riglietti, ha cercato di fornire false generalità. Un atteggiamento confuso che ha insospettito gli inquirenti anche per via delle versioni discordanti rilasciate dal suo accompagnatore. I militari hanno arrestato la donna, condannata a 16 anni in abbreviato per l’omicidio di Salvatore Maggi, un 73enne ucciso nel mese di giugno di due anni addietro: la sentenza era arrivata appena 24 ore prima.

L’accusa, oltre a quella di evasione, è anche per il reato di false generalità. L’uomo che l’ha accompagnata nel Salento è stato denunciato per favoreggiamento. La donna è arcinota nelle cronache locali per una serie di vicende giudiziarie e una lunga sfilza di evasioni dalle varie misure restittive alle quale è stata sottoposta negli ultimi anni.PICCINONNO VALENTINA.-2

Oltra all'omicidio di Maggi, ucciso con violenza dopo essere stato rapinato di alcuni oggetti e dell'auto, la 33enne è nota per altri episodi. La stessa mattina del grave fatto di sangue, si mise alla guida della vettura di Matti, dopo essere evasa dall'abitazione, peraltro, e tamponò madre e figlia sulla strada. Col rischio di provocare conseguenze molto gravi. Soltanto l'anno prima, sempre nel mese di giugno, la Piccinonno era stata coinvolta in un fatto che destò molto scalpore: rapì una bambina di soli 6 anni in un parco pubblico di Monteroni di Lecce.  La 33enne si allontanò con la piccola, sottranedola dai giochi in compagnia del fratellino.

Fortunatamente, i carabinieri stanarono velocemente il luogo in cui la donna si era nascosta assieme alla vittima: la bimba versva ain buone condizioni di salute e fece ritorno dai suoi genitori. Ma la Piccinonno si è fatta conoscere anche per atteggiamenti violenti nei confronti della propria anziana madre. La vittima, che in più occasioni aveva denunciato i soprusi subiti, si ritrovò pestata dalla figlia. Quest'ultima le lanciò persino un pesante posacenere in ceramica, prima di essere arrestata per l'ennesima volta.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (17)

  • Credo che questo non sia affatto l'ultimo atto di questa tragedia annunziata. Il caso emblematico di questa donna mette a nudo tutte le debolezze e le incongruenze della giustizia italiana. In qualsiasi altro stato di diritto, questa vicenda si sarebbe già conclusa dopo il famoso episodio del rapimento o tentato rapimento, di quella bimba. Invece sappiamo quali sviluppi drammatici ci sono stati successivamente, fino a sfociare in quel terribile delitto. Pertanto, visti i precedenti, sono pessimista e credo che la tragedia non finisca qua.

  • Io direi di tenerla al sicuro ma senza tenerla strette perche quella sta male stretta su lisola sta benissimo e non fara piu' del male a nessuno

  • Io, favorevole alla pena di morte.

  • Pena di morte....È recidiva, non c è possibilità di cambiamento

  • Gli articoli su questa povera donna negli ultimi 2-3 anni iniziano sempre allo stesso modo "terminata la fuga di..." ma volete finire di rincorrerla? Ma soprattutto, mi chiedo, la vogliono finire i magistrati di regalarle anni di galera? Che roba... che schifo!

  • Povera Valentina ne ha passate tante sin da piccola andava curata da uno psicologo secondo me

  • una marea dio gente aveva segnalato sto soggetto come pericolo ben prima che uccidesse qualcuno. MI PIACEREBBE SAPERE QUALE E' il nome del magistrato che dopo vari crimini, un tentato rapimento di minore, ha lasciato questo soggetto a piede libero. Mi piacerebbe ricordargli che ha "qualcosina" sulla coscienza.

    • Lei pensa che il suddetto magistrato, se ha deliberato delle sentenze farlocche, ha una coscienza? L'avesse avuta avrebbe ponderato bene le decisioni che han portato all'assassinio di un'uomo.

  • state tranquilli che tra qualche mese la ritroveremo di nuovo sui giornali... in italia non c'è legge, quindi ognuno può fare quello che vuole, al max una denuncia si prende!

  • E' vivace, la ragazza; un rapimento quì, un'omicidio là, un'evasione sù un furto giù, di certo non si annoia la nostra Valentina.

  • Fosse stato per me,avrebbe finito di fare la splendida,già la prima volta.

  • Adesso questa di galera non deve più uscire...è una pericolosa...

    • La Sua è utopia, scommette che tra 3 anni ce la ritroviamo in cronaca? Sarei felice di perdere la scommessa e pagarLe una cena!

  • Certo che Valentina Piccinonno è una tipa turbolenta, tra rapimenti di bambini, furti, droga, omicidi, evasioni, latitanze, di certo non ha una vita noiosa. Ma io mi chiedo, per essere messa sotto chiave, una persona, cosa accidenti deve fare di più? Possibile che per non ci siano soldi per mantenere le persone in prigione e ce le lascino in giro a fare danno? Ma fategli fare il lavori forzati, mandateli a raccogliere pomodori e a ristrutturare le case che rischiano di cadere, teneteli occupati e fate si che si paghino da solo la degenza nelle patrie galere. Sti parassiti...

    • Soluzione al tuo quesito: chiedilo a Fabrizio Corona, lui è un esperto.

  • Bravi gli agenti che l'hanno bloccata. Grazie alle maglie troppo larghe della nostra giustizia...mettiamola così...corriamo il rischio di far apparire costei come una novella Bonny Parker.

    • Dovrebbe trovare un'altro Clyde Barrow..... del resto facile da trovare in una società come la nostra nella quale chiunque si arroga il diritto di delinquere con la certezza di non essere punito o di essere punito in modo alquanto blando.

Notizie di oggi

  • Sport

    Il Lecce si ferma dopo quattro risultati utili: vince il Palermo per 2 a 1

  • Incidenti stradali

    Auto si ribalta nelle campagne, un ferito in prognosi riservata

  • Cronaca

    Cocaina e fiumi di denaro: perquisizioni in case e auto, tre arresti

  • Attualità

    Al Canzoniere Grecanico Salentino l'Oscar della world music: trionfo a Londra

I più letti della settimana

  • Ritenuti autori di un furto da 8mila euro: pestati e sequestrati dal branco

  • Cocaina, “erba” e fucili in casa: in manette un’insospettabile coppia

  • Cadono dalla gru nella ditta di distribuzione bevande: paura per due operai

  • Assalto con pistole e kalashnikov dentro Gls, colpo da oltre 24mila euro

  • Incidente sulla 613: tre auto coinvolte, una si ribalta. Si cerca un autocarro

  • Cocaina e fiumi di denaro: perquisizioni in case e auto, tre arresti

Torna su
LeccePrima è in caricamento