Trovato con i ricci nell'area protetta: pescatore finisce nella "rete"

L'uomo è stato fermato dal personale della guardia costiera di Gallipoli, a Porto Cesareo. Aveva prelevato dalle acque ioniche, un quantitativo di esemplari oltre la soglia consentita dalla legge. Rischia una sanzione

Porto Cesareo

PORTO CESAREO - Un pescatore sportivo di Porto Cesareo è finito nei guai, a seguito dei controlli eseguiti dagli uomini della Guardia costiera di Gallipoli.

L'uomo è stato, infatti, sorpreso con un ingente quantitativo di ricci, superando la soglia consentita della legge, che ne prevede un massimo di 50 esemplari.

Assieme ai carabinieri della stazione del borgo marino, il personale in divisa hanno sequestrato i ricci, rigettandoli nelle acque dell'area marina protetta. L'uomo rischia una sanzione fino a mille euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le mani della Scu sul gioco d’azzardo: arresti e sequestro da 7 milioni di euro

  • Auto acquistate con “Spot&Go”, scatta l’inchiesta: s’indaga per truffa

  • Perde un anello molto prezioso e lo ritrova lanciando un appello su facebook

  • In poche ore due spaventosi incidenti con feriti sulle strade del Salento

  • Scontro, quattro feriti. Ragazzo di 22 anni finisce ricoverato in coma

  • Cocaina e marijuana in casa: perquisizione dopo i pedinamenti, arrestato

Torna su
LeccePrima è in caricamento