Anziano di 87 anni scomparso, ritrovato senza vita in campagna

Luigi Pisanello, di Tuglie, era stato visto l'ultima volta nella tarda mattinata di ieri. Stava cercando un meccanico per riparare il suo Califfone 50. Rinvenuto morto nei pressi della casa dell'acqua

TUGLIE – Nemmeno il tempo di avviare le ricerche che è stato ritrovato. Purtroppo, ormai privo di vita. Luigi Pisanello, un pensionato 87enne di Tuglie, molto conosciuto in paese, era riverso in una zona di campagna, non lontano dalla casa dell’acqua.

L’anziano era stato visto per l’ultima volta fra le 12,30 e l’una, mentre si aggirava a piedi per le vie di Tuglie, portandosi dietro un vecchio motorino Califfone 50. Lo spingeva per il manubrio, in cerca di un meccanico, un elettrauto, qualcuno che potesse mettervi mani e fosse in grado di farlo ripartire, giacché aveva ricevuto qualche giorno prima da un amico un’offerta per la cessione.

E’ stato il figlio a sporgere denuncia questa mattina presso la caserma dei carabinieri di Sannicola, attivando la macchina delle ricerche, anche se in privato la famiglia e gli amici avevano già iniziato a sondare fin da ieri un’ampia fetta di territorio circostante, andando avanti fino a tarda ora. Ma di Pisanello, fino alle 12,30 circa di oggi, nessuna traccia.

Affetto da una lieve demenza senile, l’uomo era uscito da casa indossando una maglietta nera con righe bianche, pinocchietti beige alle gambe e pantofole marroni. Questa la descrizione fornita, all’atto dell’avvio delle ricerche. Ad accorgersi dell’assenza in casa dell’87enne sono stati, ieri, verso l’ora di pranzo, padre e figlio. Erano andati a trovarlo a casa per portargli qualcosa da mangiare (l’anziano era vedovo), ma non l’hanno trovato. Hanno iniziato così a chiedere informazioni in giro, ricostruendo, grossomodo, gli ultimi avvistamenti.

67966838_2567013090017805_2866865385607528448_n-3L’87enne, dunque, si era recato in una prima officina per chiedere se fosse possibile la riparazione, ma lì gli avevano spiegato che si sarebbe dovuto recare in un altro luogo. L’ultimo avvistamento risale all’incirca alle 12,30, in viale Aldo Moro, non lontano dalla Banca popolare pugliese. L’anziano si stava spostando, trascinandosi dietro sempre il Califfone, verso la rotatoria in direzione della strada per Parabita.

Atteso che nel tardo pomeriggio ancora non aveva fatto rientro, figlio e nipote si sono messi a perlustrare con auto e Vespa non solo Tuglie, ma anche le zone di campagna vicine, lambendo Parabita, Matino, Alezio, Sannicola. Oggi, poi, la segnalazione ai carabinieri che ha fatto scattare le ricerche ufficiali. Si sono così ritrovati in piazza Matteotti, nel centro del paese, i vigili del fuoco con diverse squadre e il nucleo cinofili, per avviare un piano e iniziare a battere tutte le zone circostanti.

Possibile che l’anziano abbia smarrito la strada, una volta arrivato alla periferia del paese, e che poi sia stato colto all'improvviso da un malore in una zona di campagna in cui si era addentrato, fra gli ulivi, seguendo un percorso sterrato. Sul posto sono intervenuti  i carabinieri della stazione locale e della compagnia di Gallipoli, gli agenti di polizia locale, i vigili del fuoco e un'ambulanza del 118. Secondo quanto rilevato dal medico, il decesso sarebbe, appunto, da attribuirsi a cause naturali. Nessun segno di aggressione e anche il motorino era lì, nei pressi. Si era temuto, nei primi istanti, che potesse anche essere stato aggredito da qualche malintenzionato desideroso di sottragli il mezzo. Ipotesi subito tramontata.  

WhatsApp Image 2019-07-25 at 13.17.52-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

Torna su
LeccePrima è in caricamento