Una dozzina di turisti accusa malore dopo il pasto: in sei intossicati in ospedale

L’episodio all’interno di un villaggio turistico a Torre dell’Orso, la marina di Melendugno. Gli ospiti maggiormente colpiti dai sintomi ricoverati a Galatina

Torre dell'Orso. (Foto di repertorio)

TORRE DELL’ORSO (Melendugno) - Diversi malori per un’intossicazione alimentare all’interno di un villaggio turistico, il The Village Salento. Una dozzina di turisti, un paio di bambini compresi, ha dichiarato di aver accusato strani sintomi a seguito di un pasto consumato in una struttura ricettiva di Torre dell’Orso. Spasmi e dolori tanto acuti, associati a nausea, diarrea e vomito, tanto da costringere sei degli ospiti intossicati a richiedere il ricovero in ospedale. L’episodio nella serata di ieri, nella marina melendugnese.

Sul posto, i sanitari del 118, i quali hanno trasportato i turisti maggiormente colpiti dai sintomi, presso il pronto soccorso dell’ospedale “Santa Caterina Novella” di Galatina, per essere visitati e sottoposti agli accertamenti. Alcuni, colpiti in maniera più lieve, hanno invece rinunciato al trasporto presso il nosocomio.Due dei sei affidati alle cure mediche si trovano tuttora ricoverati, in via precauzionale e sotto osservazione, ma versano in buone condizioni di salute. Tutti gli ospiti, infatti, hanno subito una forma di intossicazione non particlarmente preoccupante.  Dell’accaduto sono stati intanto informati gli uffici di competenza dell’Azienda sanitaria locale di Lecce, la quale procederà con un’indagine per accertare l’accaduto e le eventuali responsabilità.  Dsisposta, come prevista dalla legge, l'interruzione dell'attività di ristorazione della struttura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La centrale operativa del 118, visto il numero consistente di casi e la sintomatologia, ha innescato l’intervento del Gruppo Mta, Malattie a trasmissione alimentare, un team multidisciplinare che coinvolge anche veterinari e tecnici della prevenzione. Il compito del gruppo Mta è stato duplice: andare a caccia delle cause - nel caso specifico: carenze igienico-sanitarie e gestionali - e prendere i provvedimenti correttivi. I controlli ufficiali, infatti, hanno prodotto il provvedimento d’urgenza, a tutela della salute pubblica, di sospensione dell’attività di ristorazione e preparazione pasti nella struttura ricettiva.  L’attività d’indagine sanitaria è proseguita anche stamattina. I dirigenti medici stanno infatti completando l’ascolto delle persone coinvolte, non solo quelle colpite da malessere ma anche quelle che non hanno accusato sintomi, così come previsto dal protocollo, in modo da individuare con precisione la tossina che ha scatenato l’infezione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Esce in bici e poi telefona alla famiglia: "Mi sono perso". Ore di ansia per un 80enne

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

Torna su
LeccePrima è in caricamento