I turisti restano a bocca aperta, ma non solo per il barocco: toilette indecorosa

Non mancano le lamentele per il locale adibito a toilette, nel chiostro di Palazzo dei Celestini dove ogni giorno transitano visitatori da tutto il mondo

LECCE – Meglio rivolgersi altrove. Ai malcapitati turisti che ne hanno usufruito, la toilette accessibile dal chiostro di Palazzo dei Celestini, ha dato il voltastomaco tanto che qualcuno ha minacciato di rivolgersi all'Asl. C’è da capirli.

Si tratta di un locale sito tra l’info-point, al quale in tanti si rivolgono dall’ingresso di via Umberto I, e il locale caldaie. Vi si entra scendendo per un paio di gradini. Una porta è chiusa, a uso del personale, mentre l’altra è aperta per le necessità dei passanti e dei visitatori che sempre più numerosi, con l’incedere della primavera, si affacciano nel chiostro.

La situazione non è decorosa: la scrivania abbandonata e impolverata rende l’idea di un vano in disuso, i sanitari di questo passo saranno bene presto residuati bellici e l’abbandono di carte e involucri per fazzoletti fa comprendere che gli interventi di pulizia sono carenti e sporadici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non che ci si aspetti affreschi e velluti, ma un servizio decente sarebbe il caso di offrirlo. Si tratta di un palazzo istituzionale, avendovi sede la Provincia di Lecce e la prefettura, oltre che di un bene monumentale di cui i turisti rischiano di ricordare non solo gli elementi artistici e architettonici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Calimera: medico di base colpisce con calci e pugni un 87enne

  • "Assalto" all'ipermercato per le offerte pasquali: assembramenti, arrivano i carabinieri

  • Coronavirus, muore 40enne positivo. Stretta su Pasqua e Pasquetta: “Nessuna gita consentita”

  • Epidemia da Covid-19: cinque decessi in provincia di Lecce, 18 nuovi casi

  • Incendiano l’auto di un 33enne: ma le videocamere immortalano la scena

  • Il passo del contagio ancora lento, ma in provincia di Lecce tre decessi

Torna su
LeccePrima è in caricamento