Schianto contro un Tir: giovane ufficile medico salentino muore alle porte di Roma

Un grave lutto ha colpito la comunità di Andrano. Mario Surano, 27enne, è morto questa mattina intorno alle 8 in un incidente stradale avvenuto lungo la provinciale 493, nota come via Braccianese. La famiglia informata dall'Esercito

Sotto, Mario Surano (da Instagram).

ROMA – Un grave lutto ha colpito la comunità di Andrano. Mario Surano, 27enne, è morto questa mattina intorno alle 8 in un incidente stradale avvenuto alle porte di Roma. Formatosi presso l’Accademia militare “Nunziatella” (era tenente) e laureato in medicina, stava rientrando nella Capitale, dove abitava, quando, per cause in fase d’accertamento, ha perso il controllo dell’auto sulla quale viaggiava da solo, finendo addosso a un autoarticolato che proveniva dal senso opposto. L’impatto è stato micidiale e purtroppo, per lui non c’è stato nulla da fare all’arrivo dei soccorsi. 

L'ufficiale medico salentino è stato particolarmente sfortunato. L'auto sulla quale si trovava, un'Alfa 147, in un primo momento è uscita fuori strada finendo in una zona di campagna. Forse ne sarebbe venuto fuori solo con qualche graffio se un tragico destino non avesse voluto che in quel punto vi fosse la presenza di una cunetta.

Il veicolo è andato a impattare proprio contro questo rialzo del terreno, rimbalzando nuovamente al centro della carreggiata esattamente nel momento in cui dal senso opposito stata arrivando l'autoarticolato. Il conducente del mezzo pesante ha tentato il tutto per tutto, con una brusca sterzata, cercado di evitare l'Alfa. Ma la manovra, per quanto rapida, è servita a ben poco.  

L’incidente è avvenuto lungo la strada provinciale 493, conosciuta come via Braccianese Claudia, all’altezza dell’incrocio con via Lazio, in prossimità del comune di Manziana. Si tratta di un’arteria teatro nel tempo di numerosi altri sinistri gravi. Il giovane si era messo al volante provenendo da Parma, dov’era stato in visita presso alcuni amici.

Senza titolo-1-12-24Sul posto, per i rilievi, si sono recati i carabinieri dipendenti dalla compagnia di Bracciano, comandanti dal capitano Raffaele Annicchiarico. E’ spettata poi a un ufficiale dell’Esercito la grave incombenza di avvisare la famiglia, nel Salento, qualche ora dopo, presentandosi al cospetto dell’abitazione.

La famiglia del giovane è molto conosciuta e stimata in paese. Il padre, Donato, è dipendente della Regione e consigliere comunale di minoranza nel gruppo “Impegno comune”.

Accompagnato presso l’aeroporto militare “Cesari” di Galatina, si è recato a Roma con un volo militare per effettuare il triste rituale del riconoscimento. Il corpo si torva presso la camera mortuaria del policlinico “Umberto “I, a disposizione dell’autorità giudiziaria. La Procura ha ritenuto di dover procedere con l’esame autoptico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Coppia si ritrova due banditi armati in casa, terrore in pieno centro

    • Cronaca

      Un pugno in volto, cade e batte la testa: è in coma e non si sa chi sia

    • Cronaca

      Inchiesta sull'antiracket, la posizione di Monosi: "La verità emergerà"

    • Cronaca

      La proroga dell'appalto sui rifiuti era legittima: archiviazione per il sindaco

    I più letti della settimana

    • Madre e figlio investiti mentre si recano a scuola: non ce l’ha fatta la 42enne

    • Carabinieri intervengono per donna in escandescenza, ma trovano marito con droga

    • Scoppiano le gomme, camion si rovescia e perde il carico di materiale edile

    • Getta 19 dosi di cocaina nel wc, ma i carabinieri chiudono valvola della fogna: arrestato

    • Finisce con l’auto nel canale del bacino: resta illesa la conducente

    • Auto si ribalta su viale dell'Università, il conducente rifiuta l'alcol test

    Torna su
    LeccePrima è in caricamento