Un giardino "stupefacente": germogliavano oltre 300 piante di marijuana

Arrestato a Monteroni di Lecce un 29enne di origine polacca. I carabinieri hanno svolto una perquisizione dentro l'abitazione

Un giardino “stupefacente”. Piccolo, ma colmo di piante ben curate, stipate ovunque, fino agli angoli, in maniera ordinata. Il pollice verde è di Pawel Sobaszek, un 29enne di origine polacca, ma da anni residente a Monteroni di Lecce, già noto alle forze dell’ordine (nel 2011 gli furono contestate due rapine in concorso).

Quel giardino, ora, non esiste più. E’ stato smantellato dai carabinieri della stazione locale che questa mattina, dopo una serie di osservazioni, hanno fatto ingresso nell’abitazione dell’uomo. Andando dritti al dunque. Cioè, fisicamente, nell’ortale retrostante. Ritrovandosi così in mezzo a una vera e propria piantagione di marijuana. E per Sobaszek è scattato l’arresto. E’ finito in carcere.

piantagione 1-2In tutto, dopo aver rovistato ovunque, i militari hanno recuperato 358 vasi contenenti altrettante piante. Altezza media: circa 80 centimetri. Non solo. I carabinieri hanno trovato anche mille e 253 innesti per nuove semine. Piante e materiale sono stati sequestrati. 

E’ stato, invece, “solo” denunciato a piede libero, con l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti, A.M.A., un tunisino di 24 anni residente a Trepuzzi, che nel primo pomeriggio di oggi è stato fermato per un controllo dai carabinieri del Nucleo operativo radiomobile nelle vicinanze della stazione ferroviaria. Durante la perquisizione personale, i militari hanno trovato nella tasca dei pantaloni 15 grammi di hashish,  suddivisi in due dosi. La sostanza è stata sequestrata.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Cade da un'altezza di dieci metri praticando il parkour: 16enne in gravi condizioni

  • Agenzia funebre nel mirino: data alle fiamme da ignoti, del tutto distrutta

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Travolto da un’auto sulla litoranea di Santa Cesarea Terme: grave un ciclista

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento