Un nuovo istituto professionale a Martano

La posa della prima pietra da parte del presidente della Provincia Giovanni Pellegrino

Un nuovo istituto professionale statale sorgerà a Martano. Giovanni Pellegrino, presidente della Provincia, ha partecipato alla cerimonia della posa della prima pietra, insieme al sindaco Pasquale Conte, all'assessore provinciale alle politiche giovanili, Luigi Calò, al consigliere provinciale Francesco Farì, al dirigente dell'Isiss di Martano, Antonina Bonarrigo e di fronte ad una folta rappresentanza di studenti della scuola.

Dopo la benedizione del parroco don Cesare Palma, la cerimonia e le parole di Pellegrino: "Investiamo sulle giovani intelligenze - ha detto Pellegrino agli studenti - perché siamo convinti che sono terreno fertile per far sviluppare il sapere e le conoscenze che sono elementi indispensabili per crescere tutti insieme. Sono lieto, pertanto, di essere qui con voi, con i vostri docenti, con la vostra dirigente per dare l'avvio alla costruzione di questo nuovo edificio scolastico. Vi auguro buon lavoro, perché studiare può anche costare fatica, ma alla lunga da ottimi frutti e regala grandi soddisfazioni".

Potrebbe interessarti

  • Balneazione, un pericolo da non sottovalutare: le correnti di risacca

  • “Non lasciamo gli anziani soli in casa”: appello degli psicologi pugliesi

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: ottimi motivi per tacere

  • Danneggiata l'edicola votiva della “Pietà” nel centro storico di Lecce

I più letti della settimana

  • Infarto per una bimba di 1 anno. Anche un bagnante rischia malore davanti alla scena

  • Violento impatto fra un'Audi e uno scooter: muore il centauro

  • Bambino pesca un osso in mare. E si scopre essere una tibia umana

  • Lei sul materassino spinto al largo, lui rischia di affogare per salvarla

  • Ricercato in Francia ma nel Salento per vacanza in Porsche: polizia lo aspetta all’uscita dall’acqua

  • Follie ferragostane: una trentina di soccorsi a ubriachi e rissa a bottigliate

Torna su
LeccePrima è in caricamento