Uno speciale annullo postale filatelico per Cursi

Per ribadire l'importanza dell'identità e del rispetto del territorio il 13 luglio, in occasione della festa patronale di Maria Santissima dell'Abbondanza, sarà presentata la nuova cartolina artistica

annullo filatelico Cursi
di Oreste Caroppo

Il prossimo 13 luglio, in occasione della festa patronale di Maria Santissima dell'Abbondanza, sarà presentata la nuova cartolina artistica della città, con l'eccezionale possibilità per tutti gli appassionati di filatelia e non, di apporre sul francobollo l'annullo appositamente realizzato per la manifestazione e che mira a sensibilizzare sulla tutela, valorizzazione e conoscenza del patrimonio storico-artistico della cittadina e a risvegliare nei suoi abitanti il sentimento di identità e di appartenenza, attraverso la conoscenza degli antichi stemmi e dello stendardo comunale.

Nell'annullo figureranno, nella porzione superiore, lo stemma dei Maramonti, l'antica famiglia dei feudatari quattrocenteschi del paese e lo stemma civico del comune di Cursi, con la raffigurazione del corriere romano, il "cursor" in latino, da cui si fa derivare l'etimologia del nome Cursi.

Nella parte bassa dell'annullo, completano il tondo le raffigurazioni dei due gioielli dell'architettura di Cursi, centro salentino rinomato per l'estrazione dalle sue cave e per la lavorazione della "pietra leccese"; si tratta del Santuario di Maria Santissima dell'Abbondanza, edificato nel luogo in cui si racconta esser apparsa Maria nell'anno 1640, per onorare il miracoloso evento, e del campanile e dell'abside dell'originaria chiesa matrice, risalenti al XVI sec. Durante la manifestazione, dalle 17 alle 23, due funzionari delle poste, secondo la prassi ufficiale, saranno incaricati di apporre sui francobolli, lo speciale annullo filatelico.

Vi sarà inoltre la possibilità di far timbrare il retro della cartolina con un timbro-impronta a vuoto realizzato in commemorazione del III centenario della ricostruzione del Santuario della Madonna dell'Abbondanza, distrutto nell'anno 1708 dalla potenza di un violentissimo fulmine e dall'incendio che vi divampò. Il timbro sarà caratterizzato dalla rappresentazione stilizzata del Santuario e della sacra icona del ‘400, di ispirazione goticheggiante, della Madonna con Bambino, venerata in quel luogo di culto; si tratta dell'affresco dell'antica "aconella" (rurale edicola votiva) detta di "Santa Maria de lo Melito", fulcro del plurisecolare culto mariano, e su cui poi, fu edificato il santuario; immagine veneratissima e ritenuta miracolosa dai tantissimi fedeli che vi si recano in pellegrinaggio.

Si devono al Signor Franco Belviso, un martinese da diversi anni residente a Cursi, tanto le foto ed il progetto grafico della cartolina, quanto la grafica ed i testi dell'annullo e del timbro a vuoto.
Un lavoro che nasce dalla grande sensibilità di Franco, un operatore culturale che, senza alcun fine di lucro, si è prodigato per instillare nei suoi concittadini lo stesso amore che ispira le sue quotidiane azioni e battaglie per l'ambiente ed il territorio comunale e non. Un impegno esemplare, che ha trovato il riconoscimento dell'amministrazione comunale di Cursi, che ha subito patrocinato l'iniziativa; amministrazione colpita anche dalla grande attività di promozione del territorio svolta da Franco negli anni e nei mesi precedenti e che ha visto nell'ultima settimana dell'anno 2007, nella rubrica " una gita a … ? ", di " La Settimana Enigmistica ", la pubblicazione di ben cinque foto realizzate da Franco, degli scorci più belli e rappresentativi di Cursi, cui la rubrica è stata dedicata.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le finalità didascaliche verso le nuove generazioni che hanno ispirato l'attività di Franco Belviso, si condensano in un messaggio che egli ha voluto con forza comparisse sul retro della cartolina: "Un messaggio per Te: La Natura è un Bene Prezioso, Proteggila!"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Molesta la barista e fugge, ma dopo un’ora ritorna e lo riconoscono

Torna su
LeccePrima è in caricamento