Vandali nel centro sociale dedicato ai diversamente abili, blitz di sera

Distrutto un distributore di bevande, messi a soqquadro i locali della struttura di via Vecchia Carmiano. L'assessora Silvia Miglietta: "Un bene a disposizione della parte più vulnerabile della comunità"

Il distributore distrutto.

LECCE - Un episodio di vandalismo, già di per sé del tutto gratuito e privo di senso, si è verificato, presumibilmente nella prima serata di ieri, in via Vecchia Carmiano, a Lecce. A rendere ancora più insopportabile il gesto è il fatto che sia stato preso di mira il centro sociale diurno che ospita persone con disabilità e fornisce supporto alle famiglie.

La struttura, di proprietà comunale, può accogliere fino a 50 ospiti ed è gestita da una associazione temporanea di imprese formata dalle cooperative Emmanuel Servizi Sanitari (Lecce) e Solidarietà (Binetto) ma non ad uso esclusivo. La scoperta dell'irruzione è stata fatta intorno alle 20, al termine di una funzione, mentre le attività di assistenza si erano regolarmente concluse verso le 18. La denuncia sarà presentata nelle prossime ore, una volta ultimato l'inventario. Il centro non è dotato di telecamere.

vandalismocentrosociale-3I malintenzionati hanno sfondato la porta finestra di un locale al piano terra e, una volta dentro la struttura, hanno scorrazzato in lungo e in largo in tutti i locali, anche quelli del primo piano: distrutto il distributore di bevande, messe a soqquadro con una cattiveria che è parsa mirata le stanze dove si svolgono attività laboratoriali. Tracce di urina sono state trovate nei corridoi. 

"Spero che chi ha commesso questi atti insensati e lontani da ogni forma di civiltà - ha commentato l'assessora alle Politiche Sociali del Comune di Lecce, Silvia Miglietta -  sia presto intercettato dalle forze dell’ordine. Noi, da parte nostra, ci impegneremo a ripristinare al più presto uno spazio di fondamentale importanza per la comunità, potenziando i controlli per quanto di nostra competenza. Ciascuno di noi si faccia guardiano e custode di beni che, come questo, sono beni a disposizione della comunità, in particolare della sua parte più vulnerabile e che, anche per questo, non possono essere lo sfogo di vandali e incivili".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colto da malore al volante, fa a tempo ad accostare ma poi muore

  • Un violento scontro fra due veicoli: feriti entrambi i conducenti

  • Si recide l'arteria radiale del polso potando i suoi ulivi: 67enne muore dissanguato

  • Dopo la confisca, “testa di legno” per ditta in odor di mafia: sigilli a patrimonio dei De Lorenzis

  • I pacchi? In casa della postina infedele. E il figlio scovato con la droga

  • Rimandata a casa con un antidolorifico per l’emicrania, ma aveva un ictus: indagato il medico

Torna su
LeccePrima è in caricamento