Vende merce contraffatta, nonostante il decreto di espulsione dall’Italia: nei guai

Un 31enne senegalese, domiciliato a Corigliano d’Otranto, è stato denunciato dai carabinieri della compagnia di Maglie

Foto di repertorio.

CORIGLIANO D’OTRANTO – Un 31enne senegalese, B.K.R., domiciliato a Corigliano d’Otranto, è finito nei guai nella giornata di sabato: i carabinieri della compagnia di Maglie lo hanno infatti denunciato perché trovato senza permesso di soggiorno, perché risultato con un provvedimento di espulsione risalente al 27 settembre scorso, per aver introdotto prodotti contraffatti e per averli venduti. Risponderà, inoltre, anche di ricettazione.

Durante un controllo dei militari dell’Aliquota radiomobile, il 31enne è stato infatti trovato in possesso di numerosi capi di abbigliamento palesemente contraffatti e di dubbia provenienza. Il tutto è stato posto sotto sequestro.

Durante l’identificazione, però, il giovane straniero è anche risultato destinatario di un provvedimento emesso dal questore di Lecce, con cui gli si ordinava di lasciare il territorio italiano. Di concerto con l’ufficio Immigrazione, i militari gli hanno notificato un ulteriore provvedimento di espulsione. Tutta la merce presa contraffatta è finita nelle mani dei militari dell’Arma.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento