Prostituzione, abusivismo e decoro: la polizia nella strade del malconento

Settimana di verifiche a tappeto per gli agenti della questura che sono intervenuti in via Duca degli Abruzzi, già oggetto di due ordinanze sindacali: denunciate quattro persone. Regolare la posizione degli ambulanti controllati nel centro storico

LECCE – Diciotto sono le persone indentificate dagli agenti della questura di Lecce in via Duca degli Abruzzi, nel corso di un’attività di controllo svolta ieri sera.

In tredici non sono risultati in regola con il permesso di soggiorno, in tre sono stati denunciati per non aver lasciato il territorio nazionale nonostante un apposito ordine delle autorità. Un cittadino italiano, in stato di ebbrezza, è stato denunciato per aver violato gli obblighi della sorveglianza speciale cui è sottoposto.

La strada in questione, a ridosso del centro storico e a poche centinaia di metri dalla stazione ferroviaria, è stata oggetto nel recente passato di due diverse ordinanze sindacali perché i residenti hanno continuamente lamentato problemi di ordine pubblico e di decoro. L’ultimo provvedimento del sindaco è scaduto nel marzo scorso.

E’ appena entrata in vigore, invece, l’ordinanza antiprostituzione che interessa 17 vie cittadine, le stesse nelle quali nel corso della settimana sono stati effettuati controlli con la collaborazione del reparto prevenzione crimine. Gli agenti hanno constatato un calo di presenze nella zona interessata, ma anche lo spostamento in strade prossime a quelle oggetto del provvedimento del sindaco: in via Monteroni sono stati sottoposti a controlli tre transessuali, una donna rumena e un’altra di origine bulgara.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una task forze composta da polizia, carabinieri e guardia di finanza ha battuto le strade maggiormente interessate dal fenomeno dell’abusivismo commerciale, piazza Mazzini, via Trinchese, piazza Sant’Oronzo, via Libertini fino a Porta Rudiae ed è stata appurata la regolarità della posizione di tutti e dieci i venditori controllati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nulla da fare per l'80enne scomparso: trovato morto nelle campagne

  • Rientrano dal Brasile nel Salento: madre, padre e figlia positivi al Covid

  • Militari in spiaggia: sequestro in un lido, denunciato imprenditore

  • Giorgia e il fidanzato Emanuel Lo: vacanze salentine d’amore

  • Svolta nel caso Mauro Romano: identificato un uomo, sospetto sequestratore

  • Fiamme e fumo sulla collina di Lido Conchiglie. Si sospetta l'origine dolosa

Torna su
LeccePrima è in caricamento