Palpeggiamenti su una studentessa in ascensore, indagato collaboratore scolastico

L’episodio si sarebbe verificato in una scuola del Nord Salento il 13 gennaio del 2008. Qualche mese dopo, il padre della studentessa 17enne avrebbe pestato per strada il presunto molestatore

SQUINZANO - L’ha trascinata in ascensore e, dopo aver premuto il tasto per il seminterrato di una scuola nel Nord Salento, ha allungato le mani sulla studentessa non riuscendo ad andare oltre solo per la forza con la quale questa  si è opposta, accovacciandosi sulle gambe. Sono queste le valutazioni del pubblico ministero Stefania Mininni contenute nell’avviso di conclusione delle indagini notificato nelle scorse ore a un 58enne di Squinzano che  era in servizio nell’istituto come collaboratore scolastico.

L’episodio si sarebbe verificato il 13 gennaio dello scorso anno, e qualche mese dopo, il padre della ragazza (all’epoca dei fatti 17enne), per vendicarsi, avrebbe picchiato con un bastone per strada il presunto molestatore provocandogli ferite che resero necessaria l’applicazione di più di cento punti di sutura in ospedale. Il genitore fu così denunciato per lesioni.

Ora che il collaboratore scolastico ha ricevuto l’avviso di conclusione delle indagini, ha venti giorni di tempo per chiedere di essere interrogato, rilasciare dichiarazioni, o presentare memorie attraverso l’avvocato difensore Paolo Spalluto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sommozzatore in un pozzo: all’interno i resti del piccolo Mauro?

  • Forestali, denunce a raffica. E sequestrate 98mila piantine di melograno

  • Violento schianto in centro, coinvolto il musicista Nando Popu

  • Mezzo chilo di droga, pistole e munizioni: in manette zio e nipote

  • La barca s'incaglia, i tre pescatori tornano a riva sfidando il mare gelido

  • Spaccio di droga: in 14 a processo. Tra loro l’imprenditore dei vini Gilberto Maci

Torna su
LeccePrima è in caricamento