Volantino "No Tav" sull'ingresso della scuola di ballo, indaga la Digos

"Libertà per i ribelli in lotta contro le devastazioni del treno ad alta velocità", firmato: "Libertà per tutti i prigionieri". Sono le frasi scritte sul volantino lasciato affisso all'entrata della scuola nel rione San Pio

 

LECCE – "Libertà per i ribelli in lotta contro le devastazioni del treno ad alta velocità", firmato: "Libertà per tutti i prigionieri". Quelle poche parole scritte su un volantino “No Tav”,  grande quanto un mezzo foglio A4, lasciato affisso sulla porta d'ingresso di una scuola di ballo nel rione San Pio non sono sfuggite agli agenti della Digos di Lecce. Che hanno voluto ascoltare il titolare della scuola.

Ma a quanto è dato sapere non sarebbero emerse indicazioni utili alle indagini. In città, d’altronde, soprattutto nel centro storico, la firma dei “No Tav”, realizzata con le bombolette spray, è su molti i muri presi di mira dai contrari alle realizzazione del tunnel in Val di Susa. E forse anche per questo l’attenzione degli investigatori resta alta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Anziani maltrattati in una casa di riposo, scattano 11 denunce

  • Tragica scoperta: trovato morto in casa, la moglie era costretta a letto per una malattia

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • In moto da cross si scontra su un'auto, un 14enne in codice rosso

  • Violento scontro fra auto: un uomo d’urgenza in ospedale con un trauma alla schiena

Torna su
LeccePrima è in caricamento