Microcredito: l’arcivescovo firma l’intesa per finanziare le speranze dei giovani

Il progetto, avviato con il sostegno di Banca Popolare Pugliese, è destinato a disoccupati ed inoccupati che vorranno intraprendere un'attività imprenditoriale. La diocesi garante patrimoniale ma anche delle qualità etiche dei richiedenti

L'arcivescovo sigla l'accordo.

LECCE –  Era stato annunciato dall’arcivescovo Domenico d’Ambrosio durante la festa dei Santi patroni e oggi è stato presentato. Il progetto “Microcredito Sant’oronzo” vede protagonisti l’Arcidiocesi di Lecce e la Banca Popolare Pugliese. L’accordo che dà il via alla fese operativa è stato firmato questa mattina dal pastore della chiesa leccese e dai dirigenti dell’istituto bancario, con in testa il presidente Carmelo Caforio. Era l'ultima decade di agosto quando l'arcivescovo invitò l'amministrazione e i cittadini a ridimensionare l'aspetto estetico della festa per puntare al sodo. E nell'omelia successiva alla solenne processione, il 24 agosto, lanciò l'idea del microcredito avviato anche con i tagli alle spese per la festa.

Lo scopo è quello di finanziare con piccole somme le idee imprenditoriali di giovani inoccupati e disoccupati che il sistema finanziario ritiene non “bancabili”. Il credito, concesso da Bpp,  potrà essere restituito in rate agevolate e, una volta rientrato, servirà ad erogare nuovi prestiti. La diocesi si pone come garante non solo a livello patrimoniale di potenziali attività individuali o di piccole cooperative, ma soprattutto delle qualità morali ed etiche dei soggetti individuati, affiancando i giovani dall’inizio del percorso fino alla completa realizzazione dell’impresa, anche attraverso consulenze specifiche.

Presenti all’incontro Mons. Pierino Liquori, delegato arcivescovile ad omnia, Mons. Nicola Macculi, direttore dell’Ufficio diocesano di Pastorale sociale e del lavoro, don Attilio Mesagne, direttore della Caritas diocesana, don Simone Renna, direttore dell’Ufficio di Pastorale giovanile, don Massimiliano Mazzotta, economo diocesano; presenti inoltre i referenti diocesani del Progetto Policoro e i consulenti, incaricati a gestire l’iter procedurale che porterà alla concessione del credito, riservato a disoccupati ed inoccupati che vorranno intraprendere un’iniziativa imprenditoriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sete post-pizza? Ecco il perché e come ovviare al problema

  • Paura in pieno giorno: tre esplosioni in pochi secondi. Sventrata una casa, fermato proprietario

  • Sfida a 200 all'ora: banda di ladri inseguita per oltre 70 chilometri

  • Doppio blitz, armi nascoste e stupefacenti a chili: scattano le manette

  • “Salvato il soldato Paolo”, carabinieri salentini in prima linea nel trasferimento del generale

  • Scoppia una rissa, un 25enne ferito al setto nasale per aver chiamato la polizia

Torna su
LeccePrima è in caricamento