Contratto decentrato, accordo fatto in Provincia

I rappresentanti sindacali dei dipendenti della Provincia di Lecce e l'assessore al Personale Mario Pendinelli, hanno siglato l'intesa. "In questo modo più attenzione al funzionamento degli uffici"

provincia-di-lecce
Accordo raggiunto. I rappresentanti sindacali dei dipendenti della Provincia di Lecce e l'assessore al Personale Mario Pendinelli, hanno siglato questa mattina l'accordo sul contratto decentrato. "Il risultato raggiunto - ha dichiarato Pendinelli - è la naturale conseguenza di un'azione amministrativa che ha sempre visto gli uffici della Provincia esprimere alti livelli qualitativi, grazie alla professionalità del personale. A ciò deve essere aggiunta una valutazione politica che parte dalla considerazione di un costo della vita sempre più alto e un potere d'acquisto sempre più basso, soprattutto per il ceto medio".

Obiettivo principale dell'accordo è dunque quello di raggiungere una progressione economica orizzontale alla quale potranno aderire tutti i dipendenti dell'Ente. "Il contratto nazionale dei dipendenti degli enti locali - ha proseguito Pendinelli -, contrariamente a quanto si possa pensare, è uno dei più penalizzanti a livello nazionale e ciò non può essere trascurato dagli amministratori. L'attenzione a garantire un buon funzionamento degli uffici - ha concluso l'assessore - risulta doverosa nei confronti di tutti i cittadini cui devono essere garantiti servizi di qualità". Prossimo passo, la visione degli altri aspetti contrattuali che riguardano l'organizzazione interna dei servizi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Violento impatto fra due veicoli, ragazza di 19 anni in Rianimazione

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Operazione "Vele": mafia, droga e spari, oltre 40 davanti al giudice

Torna su
LeccePrima è in caricamento