Convegno dei geometri, borse di studio da 500 euro ai praticanti più meritevoli

Grande partecipazione di professionisti all’incontro che si è svolto in mattinata. Presente il presidente nazionale della Cassa geometri, Diego Buono

Un momento del convegno.

LECCE -  Agevolazioni per i giovani che si affacciano alla professione di geometra e una serie di iniziative finalizzate a migliorare il welfare per i pensionati: sono queste le misure illustrate dal presidente nazionale della Cassa Geometri Diego Buono, nel corso di un incontro formativo sul tema previdenziale che si è tenuto a Lecce, nella sala convegni dell’hotel Leone di Messapia. Organizzato dal Collegio provinciale dei geometri e geometri laureati di Lecce e Cassa Geometri, con il patrocinio del Consiglio nazionale Geometri (CNGeGL), l’iniziativa ha registrato la partecipazione straordinaria di numerosi professionisti e giovani tecnici di tutta la provincia.

“Questo incontro – ha spiegato Buono - rappresenta una nuova tappa di un lungo tour che ho intrapreso per incontrare gli iscritti sul territorio e avviare con loro un confronto diretto. Quello che mi preme far comprendere, soprattutto ai giovanissimi che si affacciano per la prima volta alla professione, è che la Cassa non si occupa solo di svolgere la sua funzione istituzionale - ovvero raccogliere contributi e versare le pensioni - ma è concretamente vicina agli iscritti fin dal loro primo ingresso e lo sarà per tutto l’arco della vita lavorativa fino ed oltre il pensionamento”. Poi ha aggiunto: “Fondamentale anche, ed è questo l’obiettivo che mi pongo, far capire come la Cassa funziona, la sua storia e trasferire il senso delle scelte e delle riforme che abbiamo effettuato. Non vogliamo infatti come Cassa limitarci a garantire la sostenibilità nel lungo periodo del nostro modello economico versando le pensioni a tutti gli iscritti che ne matureranno il diritto, ma fornire oggi e soprattutto domani prestazioni adeguate che consentano di vivere una vita serena".05_incontro cassageometri_lecce-2

A fare gli onori di casa è stato il presidente del Collegio Geometri di Lecce, Luigi Ratano.  «Un’occasione importante soprattutto per i nostri giovani – ha detto – di conoscere e approfondire tutte le iniziative messe in campo dalla Cassa Geometri, grazie all’impegno del presidente Buono, sul versante della previdenza, dell’assistenza e del welfare integrato. È fondamentale che i giovani tecnici pensino sin da subito al loro futuro». Dopo i saluti del consigliere del CNGeGL Serafino Frisullo, sono intervenuti anche Maria Luisa Caravita di Toritto, direttore generale della Cassa Geometri e Paola Celli, vice direttore della Cassa Geometri e dirigente Ambito servizi previdenziali e assistenziali. L’incontro, moderato dal presidente emerito del Collegio di Lecce Eugenio Rizzo, si è concluso con l’intervento di Antonio Vergara, delegato Cassa Geometri. Al termine dei lavori sono state consegnate borse di studio del valore di 500 euro ai praticanti geometri più meritevoli, quale contributo per l’avviamento alla professione, e ai figli di geometri (diplomati con un punteggio di almeno 80/100) che si iscriveranno all’università. Gli assegni, quattro in tutto, sono stati consegnati a: Riccardo Ginepra, Marina Stefanelli, Martina De Nunzio e Emma Marino.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Massacrando i più piccoli con minimi insostenibili avete sulla coscienza migliaia di persone in difficoltà altro che sostenibilità . Chi più ha meno paga, complimenti alla Cassa intanto gli studi più piccoli muoiono.

Notizie di oggi

  • settimana

    Un 54enne muore poco dopo il ricovero: i parenti sporgono denuncia

  • Politica

    No Tap contestano Barbara Lezzi. La replica: "Ho la coscienza pulita"

  • Politica

    Comparto olivicolo in crisi: il ministro Lezzi apre all'ipotesi di un commissario

  • Politica

    Congedo archivia le trattative con Poli Bortone e punta a cavalcare l’onda

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nei pressi della “curva della morte”: perde la vita un 36enne

  • L’autopsia sulla giovane mamma: fatale una rara forma di embolia

  • Va a prendere il figlio maggiore e scopre che l'altro è chiuso nello scuolabus

  • Truffe ad Inps anche coi bonus "Renzi": indagati due professionisti

  • Si schianta sul muro e finisce in prognosi riservata: era ubriaca

  • Un 54enne muore poco dopo il ricovero: i parenti sporgono denuncia

Torna su
LeccePrima è in caricamento