Convegno dei commercialisti:“La cassa incontra gli iscritti. Previdenza e assistenza"

Cassa Dottori Commercialisti: gender gap retributivo dei dottori commercialisti in diminuzione a Lecce, dove gli uomini sono circa 860 e guadagnano quasi 33 mila euro mentre le donne sono oltre 360 con un reddito medio di poco più di 18 mila euro

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

GALLIPOLI - Sono 1.220 i dottori commercialisti sul territorio della provincia di Lecce iscritti alla Cassa (pari a circa il 25% del totale della regione Puglia), con un reddito medio pro-capite pari a 28.438 euro e un volume d’affari medio superiore ai 47mila euro, valori inferiori rispettivamente del 10% e 8% rispetto alla media regionale. Valori che si abbassano notevolmente nel caso delle donne che rappresentano il 30% del totale degli iscritti a livello provinciale e contano su un reddito medio pari a poco più di 18mila euro e un volume d’affari medio che si attesta a poco meno di 27mila euro, valori che rappresentano circa la metà di quelli che registrano i colleghi uomini con un reddito medio di quasi 33mila euro e un volume d’affari di oltre 56 mila euro.

“Il gender gap" spiega Walter Anedda, presidente della Cassa Dottori Commercialisti, "nei livelli retributivi si sta però progressivamente colmando considerato che nel 2018 il volume d’affari delle donne commercialiste su Lecce ha registrato un tasso di crescita del +4%, a fronte di una diminuzione di pari livello (-4%) di quello dei colleghi uomini. Anche le iniziative di welfare che come Cassa portiamo avanti sul territorio" prosegue Anedda, "possono avere un impatto in termini di superamento del gender gap, come dimostrano i dati relativi agli interventi a supporto di percorsi di formazione per gli Associati e le loro famiglie che, in Puglia, sono andati nel 60% dei casi a favore delle donne. A questo proposito nell’ultimo biennio la Puglia ha fatto inoltre registrare il valore più alto di borse di studio erogate, pari al 20% del totale investito sul territorio nazionale, per un importo complessivo di 251mila euro nel 2018 (+23% rispetto al 2017)”.

L’impegno della Cassa Dottori Commercialisti per il welfare a favore degli iscritti nella provincia di Lecce sarà al centro dell’incontro “La Cassa incontra gli iscritti. Previdenza e assistenza: situazione attuale e prospettive future” che si terrà il 28 giugno alle 17, presso il Castello Angioino di Gallipoli. All’incontro insieme a Walter Anedda, Presidente Cassa Nazionale Previdenza Assistenza Dottori Commercialisti (Cnpadc) e al vice presidente della Cassa, Sandro Villani parteciperanno Stefano Minerva, sindaco del Comune di Gallipoli, Giuseppe Venneri, vice sindaco, presidente dell'Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti contabili di Lecce, il senatore Rosario Giorgio Costa, vice presidente dell’Ordine e Presidente onorario della Fondazione Messapia, Fabio Corvino, Presidente Fondazione Messapia. L’incontro sarà moderato da Pierluigi Tarantino, Consigliere dell’Ordine di Lecce e Delegato Cnpadc. Al convegno che dà diritto a n° 4 crediti formativi, sarà presente il personale della Cassa Dottori Commercialisti con un desk per consulenze di carattere contributivo, previdenziale e assistenziale.

Torna su
LeccePrima è in caricamento