Imprese e giovani, la sottosegretaria Bellanova: "Alimentiamo contesto positivo"

Convegno organizzato dalla Federazione nazionale dei Maestri del lavoro. L'esponente del governo ha illustrato alcune misure di sostegno alla nuova imprenditorialità. Presenti anche l'arcivescovo di Lecce e il prefetto Claudio Palomba

Teresa Bellanova.

LECCE – Si è tenuto questa mattina un convegno organizzato dalla Federazione nazionale Maestri del Lavoro. All’incontro, dal tema “I giovani nel Salento. La nuova imprenditorialità”, ha partecipato il sottosegretario al Lavoro, Teresa Bellanova che ha illustrato l’orizzonte operativo del governo.

“L’impianto è chiaro – ha dichiarato -: creare o agevolare le condizioni perché nel nostro Paese si ritorni a creare lavoro. E’ un impianto che si regge su una molteplicità di azioni tra cui anche la modalità di governo delle crisi industriali che vedono insieme il ministero dello Sviluppo Economico e il ministero del Lavoro e che può a tutto diritto essere definita come un pezzo, non marginale né residuale, della politica industriale del governo”.

“E’ necessario che nel nostro Paese ripartano gli investimenti, che le imprese italiane e straniere abbiano voglia di investire ed investire sulla creazione di nuovo e qualificato lavoro, e siano stimolate a farle. E dunque bisogna agire su più versanti ma soprattutto essere capaci di alimentare sempre più e sempre meglio un contesto positivo per la nascita di nuove imprese, non solo di servizi oppure di servizi potentemente innovativi e competitivi, e per la induzione di nuova qualificata domanda”.

I lavori sono stati preceduti dalla celebrazione della messa affidata a don Attilio Mesagne. Hanno preso la parola il l’arcivescovo di Lecce, Domenico D’Ambrosio, il console provinciale Antonio Fracasso, il console regionale Francesca Germano, il prefetto di Lecce Claudio Palomba, il sindaco Paolo Perrone, il presidente della Provincia Antonio Gabellone e Marcella Rucco, già dirigente del Miur.

La sottosegretaria ha illustrato le prossime misure a sostegno del lavoro per i più giovani: “mercoledì presentiamo un’azione di sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità attraverso la costituzione di un fondo espressamente riservato agli iscritti a Garanzia Giovani, la cui gestione operativa, a seguito di uno specifico accordo, verrà affidata ad Invitalia, Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo di impresa. A partire dal 13 gennaio 2016, saranno infatti disponibili 50 milioni per nuove imprese avviate da giovani tra i 18 e i 35 anni e da donne attraverso il nuovo bando di finanziamento a tasso zero di Invitalia. Agevolazioni con valenza su tutto il territorio nazionale tese a finanziare progetti con budget sino a un milione e mezzo di euro”.

“Non sono naturalmente le uniche misure espressamente pensate per i giovani e tutti noi siamo consapevoli di come, proprio in relazione al programma Garanzia Giovani, sia importante ottimizzare il Piano, rendendolo più fruibile ai ragazzi, favorendo maggior trasparenza e diffusione delle informazioni, implementando la rete dei soggetti sociali – e qui mi riferisco soprattutto alle imprese e ai luoghi della formazione – il cui apporto è insostituibile e centrale”. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, estorsioni e droga: disarticolato gruppo vicino al clan Tornese

  • Rogo nel negozio per le feste: in manette ex gestore del "Twin Towers"

  • Cicloturista preso in pieno da un'auto: deceduto dopo il trasporto in ospedale

  • Cede il cric durante il cambio della ruota del tir: ferito un meccanico

  • Bimba di 9 anni nel negozio. "Portata in una stanzetta e palpeggiata"

  • Paura in volo: piccolo aereo sfonda il muretto di un'abitazione

Torna su
LeccePrima è in caricamento