Equity crowdfunding: la rivoluzione delle start-up approda a Lecce

L’Equity crowdfunding viene considerato una rivoluzione nell’ambito dello sviluppo e del finanziamento delle start-up. In Italia è ancora poco conosciuto, per questo AISCRIS e Dhitech, Distretto Tecnologico Pugliese, hanno organizzato l’open day dal titolo “L’equity crowdfunding a sostegno dell’impresa innovativa”. Appuntamento venerdì 19 settembre ore 9,30 Officine Cantelmo di Lecce

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di LeccePrima

L'Equity crowdfunding viene considerato una rivoluzione nell'ambito dello sviluppo e del finanziamento delle start-up. In Italia è ancora poco conosciuto, per questo AISCRIS, l'Associazione Italiana Società di Consulenza per la Ricerca, l'Innovazione e lo Sviluppo, e Dhitech, Distretto Tecnologico Pugliese, hanno pensato di dedicare un'intera giornata a questo innovativo strumento di finanziamento.

Appuntamento venerdì 19 settembre a partire dalle 9,30 presso le Officine Cantelmo di Lecce con l'open day dal titolo "L'equity crowdfunding a sostegno dell'impresa innovativa".

Ma cos'è il crowdfunding? Letteralmente significa "finanziamento dalla folla", in pratica è una raccolta fondi che avviene online per mezzo e tramite una rete di contatti (amici, follower o fan) e che sfrutta il potenziale enorme dei Social Media. Si parla di "equity-based crowdfunding" quando tramite l'investimento on-line si acquista un vero e proprio titolo di partecipazione in una società.

Uno strumento dalle enormi potenzialità dunque, in Italia ancora tutto da scoprire, dal momento che di esempi ce ne sono ben pochi, seppur validissimi. Sull'Equity Crowdfunding, strumento strategico per uscire dalla crisi, sono ora sono puntati i riflettori a Lecce grazie ad AISCRIS e Dhitech.

Dopo i saluti istituzionali a cura del Magnifico Rettore Vincenzo Zara, del Sindaco di Lecce Paolo Perrone, del Presidente della Provincia Antonio Gabellone, dell'Assessore Regionale allo Sviluppo Economico Loredana Capone, si entrerà nel vivo dei lavori, con interventi sulle politiche regionali, start-up e finanziamento d'impresa, crowdfunding. A seguire, nel pomeriggio, gli incontri one-to-one di presentazione e discussione di idee di impresa.

Alla giornata sull'equity crowdfunding prenderanno parte i borsisti dei progetti Dhitech.

Viva soddisfazione è espressa dal Presidente di AISCRIS Carlo Macculi: "Sono orgoglioso che la nostra Associazione possa rappresentare l'Italia all'interno dell'European Crowdfunding Stakeholder Forum, il tavolo ristretto che la Commissione Europea ha istituito per promuovere e governare la crescita dell'equity crowdfunding. Questa nuova forma di finanziamento delle imprese, difatti, rappresenta una svolta decisiva per contrastare il credit crunch che continua ad affliggere le nostre migliori realtà imprenditoriali. Non meno importante è avere la possibilità di diffondere tale nuova cultura in una delle aree del Paese più innovative, ma che più di altre ha risentito della crisi."

"Ho accolto con molto interesse la proposta del Presidente di AISCRIS di effettuare un approfondimento, con due esperti nazionali ed internazionali, su questo nuovo canale di investimento rivolto alle imprese start up innovative.", dichiara di Presidente del Dhitech Lorenzo Vasanelli, che sottolinea: "Il Distretto Tecnolgico ha incentrato il suo piano strategico 2013 - 2015 su cinque progetti di formazione volti a creare delle nuove figure professionali di innovatori imprenditori, persone cioè che maturino competenze sulla valorizzazione imprenditoriale dei risultati della ricerca. In quest'ottica, quindi, l'opportunità di approfondire i diversi aspetti del crowdfunding per finanziare imprese start up, è particolarmente significativa. Nella parte pomeridiana del workshop, ricercatori o giovani imprenditori potranno avere incontri diretti faccia a faccia con gli esperti per sottomettere la loro idea di impresa e verificare se ci possono essere le condizioni per avviare un percorso di finanziamento.".

"Mi piace sottolineare - continua Vasanelli -che pur essendo il workshop parte integrante del percorso di formazione dei nostri giovani, il Dhitech ha inteso offrire questa opportunità a tutti in modo che rappresenti un'occasione utile per tutte le componenti di un territorio che ha dimostrato in questo settore una vivacità ed un dinamismo che dobbiamo incoraggiare e sostenere se vogliamo trovare vie di uscita a questo periodo di crisi economica."

Torna su
LeccePrima è in caricamento