Lecce e Matera, patto sull'e-government

Le due Province hanno firmato un protocollo d'intesa sull'innovazione tecnologica, volto al "riuso" del patrimonio applicativo software e alle opportunità di finanziamento coingiunto

L'ingresso di Palazzo dei Celestini, sede della Provincia di Lecce
La giunta provinciale, presieduta da Giovanni Pellegrino, ha approvato un protocollo d'intesa tra le Province di Lecce e Matera sulla promozione dell'innovazione tecnologica e dell'e-government.

Il patto nasce nell'ambito di una politica tesa all'innovazione tecnologica e alla collaborazione con gli enti locali in materia di sviluppo di progetti che hanno permesso di accedere a finanziamenti nazionali e regionali. L'ente ha infatti acquistato nel tempo esperienza nello sviluppo e nella realizzazione di progetti di e-government, divenendo un punto di riferimento anche per altre amministrazioni, pugliesi e non. E la Provincia di Matera intende a tal proposito avviare un programma di reciproca collaborazione nei settori dell'innovazione tecnologica e dell'e-government.

In particolare, le due Province si attiveranno per promuovere e perseguire ipotesi per il "riuso" del patrimonio applicativo software in dotazione e iniziative congiunte per l'utilizzo delle nuove tecnologie come strumento di sviluppo del territorio. In questo modo, si procederà anche alla valorizzazione del proprio personale attraverso la realizzazione di sessioni formative, teoriche e pratiche, allo scambio di informazioni e opportunità di aggiornamento professionale del personale e all'eventuale perseguimento di opportunità di finanziamento esterno, attraverso iniziative comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cocaina e sostanza da taglio disseminate in casa, insospettabile nei guai

  • Fuoristrada sospetto: nel doppiofondo della barca mezza tonnellata di droga dall’Albania

  • Psicosi da Covid-19: falso allarme, ma treno bloccato in stazione a Lecce

  • Rapina un uomo per una collana, ma a 100 metri ci sono i carabinieri: presa

  • Vende l’auto a una donna, poi pretende altri soldi: militari gli tendono un tranello

  • Dopo il tamponamento continua la marcia verso casa senza una ruota

Torna su
LeccePrima è in caricamento