Far crescere le imprese: nasce una rete di sportelli per vincere la sfida

Assistenza agli imprenditori, attivi e aspiranti. Un progetto ambizioso di Camera di commercio e sette associazioni locali

LECCE – Una rete di sportelli di assistenza e accompagnamento per l’avvio, l’innovazione digitale e lo sviluppo di imprese. Rivolta non solo a chi già fa impresa, ma anche a chi aspira ad aprire una propria attività. La presentazione del progetto si è svolta presso la sala consiglio della Camera di commercio di Lecce. La rete è in fase di attivazione presso varie associazioni di categoria, selezionate attraverso un recente bando camerale per il sostegno alla competitività. Si tratta di Claai, Cna, Coldiretti, Confcommercio, Confesercenti, Confindustria  e PmItalia.

Sono intervenuti, per illustrare il progetto, il presidente della Camera di commercio di Lecce, Alfredo Prete, il segretario generale dell’ente camerale, Francesco De Giorgio e i presidenti provinciali delle già menzionate associazioni locali (rispettivamente: Antonio Pinto, Antonio Maurilio Natale, Giovanni Cantele, Maurizio Maglio, Luigi Muci, Giancarlo Negro e Pietro Palamà). Durante l’incontro si è ribadita la volontà fare un gioco di squadra per fronteggiare in maniera forte e sinergica problemi del territorio come il gap infrastrutturale e la drammatica diffusione della xylella, che ha fatto strage di ulivi.

Prete: “Incrementare avvio ed efficienza delle aziende”

“La Camera di commercio di Lecce è impegnata nel sostenere lo sviluppo del sistema produttivo salentino, attraverso azioni finalizzate ad incrementare l’avvio, la produttività, l’efficienza, la competitività e l’innovazione tecnologica delle imprese. Nell’ambito di tali competenze, recentemente rimodulate dalla riforma del sistema camerale – ha spiegato il presidente Alfredo Prete -, sono state delineate una serie di iniziative che hanno coinvolto in maniera diretta le associazioni di categoria, quali soggetti presenti, ben radicati e fortemente attivi sul territorio per i rispettivi settori di attività, individuando in esse un validissimo alleato al fine di amplificare le ricadute positive di alcuni interventi posti in essere nell’interesse del locale sistema produttivo nel suo complesso”.

Prete ha illustrato quali saranno i servizi erogati, in forma completamente gratuita. Spiccano fra questi  l’assistenza all'approfondimento degli aspetti organizzativi delle piccole e medie imprese e quella per l'acquisizione di rudimenti circa la gestione amministrativa, contabile e finanziaria dell'impresa. Ancora:  supporto nell'acquisizione dei principi di marketing e comunicazione di impresa, nella ricerca di finanziamenti per lo start up e per la scelta definitiva della veste giuridica della futura impresa. E poi: prima assistenza per lo sviluppo dei percorsi di alternanza scuola lavoro e per le tematiche legate alla trasformazione digitale previste dal Piano impresa 4.0; assistenza per l'acquisizione di mezzi e tecniche per l'effettuazione di previsione delle esigenze di liquidità e delle risorse finanziarie per avviare l'attività;  assistenza per il posizionamento competitivo sul mercato.

“Lo stato di salute delle imprese – ha aggiunto il presidente Prete - è un interesse comune e condiviso da tutti noi; allo stesso modo condividiamo la preoccupazione per una situazione congiunturale ancora critica e un gap infrastrutturale fortemente penalizzante, ma che ci auguriamo venga colmato quanto prima grazie ad interventi qualificanti per un territorio che merita risposte e soluzioni e che finalmente sta imparando a fare squadra e, quindi, fronte comune; intendiamo, pertanto, perseguire congiuntamente, pur nel rispetto delle peculiarità  operative e di settore, l’obiettivo di sprone, assistenza, orientamento, affiancamento agli imprenditori ed imprenditrici che continuano a credere nelle loro idee, nelle loro attività, che si mettono in gioco, che rischiano, che investono, che si spendono e che, non dimentichiamolo, non operano solo nel proprio interesse, ma partecipano attivamente al successo, al benessere e alla crescita economica, sociale e culturale dell’intera comunità”.

Claai costituisce lo sportello Orienta impresa

E’ poi intervenuto Antonio Pinto, presidente di Claai (Confederazione delle libere associazioni artigiane italiane) di Lecce, spiegando che la sua associazione “a supporto degli obiettivi promossi dalla Camera di commercio di Lecce attraverso il bando ha costituito Orienta impresa, uno sportello informativo gratuito utile a favorire la diffusione della cultura imprenditoriale attraverso servizi per la creazione, lo sviluppo e la sostenibilità di nuove imprese. In tal senso, lo sportello diventa luogo di stimolo all'autoimpiego, di animazione sul territorio per il tessuto imprenditoriale e di incontro tra domanda ed offerta di lavoro".

"La Claai Lecce, pertanto, attraverso la sua proposta progettuale, ha inteso valorizzare il proprio ruolo istituzionale di supporto al tessuto delle piccole e medie imprese, alla creazione di nuove imprese e alla miglior occupabilità delle risorse umane. Lo sportello, quindi, rappresenta un luogo fisico dove promuovere, accelerare e sostenere il sistema delle imprese. L’obiettivo è quello di agire in supporto dei giovani, delle imprese, degli aspiranti imprenditori che vogliono soddisfare la necessità di ricevere e utilizzare in modo funzionale le informazioni sulle opportunità formative, professionali e relative alla creazione d’impresa, in un’ottica di cooperazione, fruendo di indicazioni specifiche e dettagliate sulle iniziative attive o da poter attivare".

Sarà, pertanto, uno strumento utile teso a: fornire tutte le informazioni necessarie a mettersi in proprio e per creare impresa; essere di supporto alle imprese del territorio nella ricerca di agevolazioni e incentivi previsti dalla normativa comunitaria, nazionale, regionale, eccetera; favorire la creazione di percorsi di alternanza scuola lavoro permettendo ai giovani di svolgere un’esperienza lavorativa ed alle imprese di selezionare il personale. In particolare, sul tema dell'alternanza scuola-lavoro, la Claai Lecce sosterrà attivamente la connessione tra il sistema educativo con quello produttivo, affinché quest’ultimo faccia emergere compiutamente la proprie esigenze produttive ed occupazionali anche al fine di favorire la correlazione tra la filiera formativa e quella produttiva per garantire lo sviluppo nei giovani di competenze e abilità professionalmente riconoscibili e spendibili sul mercato del lavoro”.

Lo sportello Orienta impresa è attivo dal 3 giugno presso la sede di viale Cicerone 6 a Castromediano di Cavallino, nelle seguenti fasce orarie: lunedì e mercoledì - dalle 8.30 alle 13 e dalle 16 alle 17, giovedì  dalle ore 8.30 alle 12.30 e dalle 16 alle 19.

Cna: “Puntare sul modello d’impresa 4.0”

Maurilio Antonio Natale, presidente di Cna ha poi ricordato che “si tratta di un ambizioso progetto che ha inteso offrire l’opportunità di rafforzare il ruolo di interazione fra le associazioni e il territorio, consolidando la competitività del sistema imprenditoriale salentino. Lo sportello Cna Hub 4.0 intende offrire sia strumenti di finanziamento, che conoscenze tecniche, cioè know-how, consentendo agli imprenditori di entrare in un vero e proprio circuito, facendo rete, sul piano nazionale e internazionale sul modello di impresa 4.0. Lo sportello offrirà gratuitamente alle imprese tutte le informazioni necessarie per avviare e  sviluppare il proprio progetto”.

In particolare, si intende offrire: assistenza volta all’approfondimento degli aspetti organizzativi delle Pmi; erogazione finanziamenti alle imprese tramite Cna Artigiancassa Point; firma digitale; assistenza e consulenza sui finanziamenti previsti nel Piano operativo della Regione Puglia (Titolo II, Titolo II Turismo, Pia, Nidi, microcredito, ecc.); supporto alla ricerca di finanziamenti per start – up d’impresa; assistenza per la scelta definitiva della veste giuridica delle future imprese; assistenza per lo sviluppo dei percorsi di alternanza scuola lavoro; assistenza per le acquisizioni di mezzi e tecniche per l’effettuazione di previsione delle esigenze di liquidità e delle risorse finanziarie per avviare l’attività; assistenza per il posizionamento competitivo sul mercato; assistenza per l’acquisizione dei principi di marketing e comunicazione di impresa; assistenza corsi di formazione sulla sicurezza nei luoghi lavoro e relativi adempimenti”.

Coldiretti: “Sostegno all’agricoltura e lotta alla xylella”

E’ stata poi la volta di Giovanni Cantele, di Coldiretti, il quale ha fatto notare che “è sotto gli occhi di tutti quanto di catastrofico sta avvenendo, o meglio, è già avvenuto nel nostro territorio in questi ultimi anni. Le imprese agricole non producono più, i frantoi hanno perso il loro valore d’uso,  la società è impaurita e anche più povera. Il nostro dovere di organizzazioni di rappresentanza è ancora di più centrale in questo momento e la Camera di commercio diventa il luogo in cui idee, progettualità, percorsi comuni di rilancio devono rappresentare un punto di svolta per il futuro”.

“Condivido pienamente, insieme al Consiglio direttivo provinciale, il progetto di Sportello impresa. Marketing, e-commerce, accesso al credito, pratiche agronomiche migliorative, soluzioni di diversificazione colturale post xylella sono le esigenze primarie delle imprese del nostro settore;  la ramificazione territoriale di Coldiretti, con otto uffici zona e dieci sezioni comunali, permetterà di esercitare le attività previste dal progetto Sportello impresa in modo capillare e tramite l’opera di personale  esperto e competente. Sarà, quindi, una consulenza costante e qualificata, dislocata su tutto il Salento, cui imprenditori e aspiranti imprenditori potranno ricorrere per assistenza nella fase di avvio, e sviluppo dell’impresa o dell’idea imprenditoriale, nonché in tema di incremento della produttività, efficienza, innovazione e competitività”.

Gli sportelli sono aperti presso le sedi della federazione provinciale Coldiretti Lecce, per un totale di 20 ore settimanali,  secondo l’orario che segue: lunedì e martedì presso la sede Coldiretti Lecce, sita in via Bari 17, dalle ore 8.30 alle 13.30; mercoledì presso la sede di Nardò, sita in via Michele Gaballo 50, dalle ore 9 alle 12; giovedì presso la sede di Leverano, sita in via Cesare Pavese 29, dalle ore 9 alle 12; venerdì presso la sede di Casarano, sita in via Parente 15, dalle 9 alle 13.

Logo sportelli-2

Confcommercio: “Definire meglio le idee imprenditoriali”

Maurizio Maglio, di Confcommercio, ha poi spiegato che l’associazione da lui presieduta “prosegue con impegno la sua attività di sostegno alle imprese con un innovativo modello di partnership con la Camera di commercio di Lecce, attraverso l’attivazione di appositi sportelli operativi, grazie ai quali sarà possibile dare risposte concrete alle esigenze reali delle aziende locali. Il tessuto economico del nostro territorio è costituito principalmente da micro e piccole imprese che, in un periodo di forti cambiamenti economici e legislativi come quello che stiamo vivendo, necessitano non soltanto di un’assistenza tecnica per la gestione dell’impresa, ma anche di un supporto per mettere in campo nuove strategie di crescita imprenditoriale. Allo stesso modo, l’attivazione dello sportello di orientamento e accompagnamento al credito, per esempio, darà la possibilità agli aspiranti imprenditori di definire meglio la propria idea imprenditoriale concorrendo così alla crescita e allo sviluppo dell’economia e dell’intero sistema territoriale”.

Confesercenti: tre sportelli fra Lecce, Maglie e Casarano

Luigi Muci, di Confesercenti Lecce, prendendo parola, ha spiegato che ritiene che “l’apprendimento e la formazione giocano un ruolo fondamentale per la nascita di una nuova impresa, sfatando la convinzione che “imprenditori si nasce” e non si possa diventare. Spesso l’imprenditore possiede le conoscenze tecniche (know-how), ma non sempre quelle manageriali, gestionali ed economico finanziarie per superare con successo la prova del mercato. Tale concetto vale anche per le imprese già esistenti, in quanto l’esperienza dovrà sempre coniugarsi con lo studio, l’approfondimento del mercato e il perseguimento di una propria strategia imprenditoriale”.

“Infatti – ha aggiunto - , la probabilità di sopravvivenza dell’impresa nei primi cinque anni è molto più alta se la stessa è nata attraverso un business plan ben costruito, grazie ad un idoneo studio del mercato e ad una progettazione del modello di impresa più idoneo a realizzare l’idea. Ma è altrettanto importante analizzare durante la vita imprenditoriale gli step realizzati e l’eventuale riposizionamento aziendale. Oggi, la  particolare  situazione  economica  e  le  continue  novità  normative  hanno accentuato ancor più la necessità di comprendere al meglio come riuscire a tradurre l'idea imprenditoriale e verificarne la fattibilità in un'ottica previsionale, come potersi districare tra le diverse procedure amministrative necessarie alla fase di avvio della specifica attività, nonché tutte le agevolazioni finanziarie a cui è possibile accedere. Ciò vale anche per le operazioni di riconversione aziendale e nei processi di ricambio generazionale”.

“Attraverso quest’unione di intenti, Confesercenti sta rendendo operativi in questi giorni tre sportelli dislocati tra Lecce, Maglie e Casarano dove poter facilmente incontrare le aziende o le start up e intraprendere con loro un percorso di affiancamento che possa portare loro valore. Gli ambiti di azione saranno molto ampi poiché la rete dei professionisti coinvolti è notevole e non poteva essere diversamente vista l’importanza che Confesercenti ha acquisito nel tempo. Si passerà quindi da temi più tradizionali come la consulenza fiscale, legale e sulla sicurezza, a quella legata all’accesso al credito o al franchising, per poi andare al marketing strategico ed operativo con un occhio particolare ai processi di digitalizzazione che ormai coinvolgono tutte le aziende”. In tal senso il supporto alle imprese vuole: migliorare la competitività a livello nazionale e internazionale attraverso gli strumenti del marketing;, ottimizzare l’organizzazione aziendale; migliorare il livello di digitalizzazione; individuare fonti di finanziamento che facilitino la realizzazione di investimenti”.

Confindustria: “Punto di riferimento imprescinibile”

Giancarlo Greco di Confidustria ha espresso “notevole apprezzamento per l’iniziativa della Camera di commercio di Lecce e del suo presidente Alfredo Prete di predisporre sul territorio una rete di Sportelli impresa” a servizio di tutti coloro che intendono avviare o hanno avviato un’attività imprenditoriale”.

“Il territorio salentino, anche a causa di numerose criticità dovute alla carenza infrastrutturale e dei trasporti, attraversa un momento difficile, nel quale occorre mettere in campo energie di sistema per consentire alla nostra economia di evolversi e affrontare con successo la competizione internazionale. E’ ormai da qualche tempo, infatti, che la concorrenza tra imprese si è spostata sul fronte dei territori, che devono essere in grado di supportare il sistema economico e produttivo, fornendo servizi adeguati e di qualità”.

“Solo in questo modo il Salento potrà recuperare il gap di competitività rispetto al resto del Paese, dell’Europa e del mondo e sprigionare energie positive foriere di crescita e sviluppo. Di fronte ai blocchi della burocrazia e alle incertezze derivanti da normative spesso troppo volubili e contraddittorie, il territorio deve attrezzarsi per incoraggiare e accompagnare coloro che vogliono avviare nuova impresa.  In tale ottica, lo Sportello, attivo anche presso Confindustria Lecce, non vuole essere solo un servizio di primo orientamento, ma un punto di riferimento imprescindibile per dare risposte concrete ai bisogni informativi degli stakeholder territoriali, in materia di finanziamenti, formazione, relazioni industriali e sindacali, lavoro, gestione amministrativa e comunicazione”.

PmItalia: “Supporto specie nella fase di start-up”

“Pmi Sviluppo & Innovazione” è il titolo dell’iniziativa con la quale l’associazione PmItalia Lecce, da sempre al fianco delle piccole e medie imprese, offrirà, attraverso uno sportello presso la nostra sede di Maglie, servizi di consulenza e assistenza a supporto delle aziende del territorio leccese”, ha detto Pietro Palamà. “L’intento è quello di stimolare l’iniziativa e diffondere la cultura di impresa, offrire supporto e assistenza, in special modo nelle fasi di start-up, sia in ambito legale che nei rapporti con la pubblica amministrazione, promuovere sinergie tra imprese e nuove competenze, nuovi saperi, diffusi sul territorio ancorché in fase embrionale o addirittura potenziale”.

“Forte dell’esperienza maturata nell’ambito della formazione e del collocamento di lavoratori, PmItalia Lecce, con questo progetto, intende svolgere anche una funzione sociale per il territorio leccese, agevolando il difficile incontro tra l’offerta e la domanda di lavoro. La nostra associazione, vivendo a stretto contatto con un’ampia platea di piccole, se non anche piccolissime imprese, significativo spaccato del tessuto imprenditoriale locale, conosce bene le difficoltà che quotidianamente esse devono affrontare e di quanto faticoso possa essere un processo di innovazione e cambiamento”.

“Siamo perciò convinti che la strada maestra per affrontare le nuove sfide si debba giocare insieme, con la cooperazione di tutti gli attori economici. In questo, le associazioni sindacali possono svolgere un ruolo primario avendo già, tra i loro principi ispiratori, la collaborazione tra gli associati. L’idea di inaugurare un’attività coordinata tra le diverse sigle sindacali e la Camera di commercio – ha concluso - rappresenta un indubbio passo avanti verso una direzione proficua ed auspicabile e che, pertanto, merita il nostro totale riconoscimento e supporto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Rapinatori irrompono in casa, un figlio reagisce: martellata sulla testa

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • Furto di energia, truffa e fuoco agli scarti di potatura: arresto e 14 denunce

Torna su
LeccePrima è in caricamento