Mercatone Uno, si dimettono i commissari straordinari. Aperta una nuova fase

Passaggio cruciale nella vertenza: ora sarà pubblicare il nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali e ottenere l'accesso agli ammortizzatori sociali

Foto di repertorio: una protesta in prefettura dei lavoratori

LECCE – Si sono dimessi i Commissari della gestione amministrativa di Mercatone Uno.

Proprio oggi hanno consegnato al ministero dello Sviluppo economico l'istanza per la proroga del programma di cessione. Nel panorama generale della vertenza che ha toccato direttamente i livelli occupazionali del Salento, con tre punti vendita interessati dalla chiusura per il fallimento di Shernon Holding, questo è passaggio cruciale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora sarà infatti possibile pubblicare il nuovo bando di gara per la cessione dei complessi aziendali. Di conseguenza si sbloccherà anche l'accesso agli ammortizzatori straordinari previsti dalla legge.
 
L'istanza segue la decisione del tribunale di Bologna che il 6 giugno, accogliendo un'istanza dei commissari, ha permesso la ripresa dell'attività d'impresa.
 
Chiusa una fase della procedura, quindi, si aprirà un nuovo capitolo che dovrebbe condurre all'individuazione di nuovi acquirenti: unica soluzione possibile per salvare il marchio, i negozi, i diritti degli acquirenti ed il posto di lavoro di centinaia di dipendenti. Nel solo Salento si contanto, lo ricordiamo, 123 persone.
 
“I commissari straordinari, con il medesimo senso di responsabilità che ha contraddistinto gli oltre quattro anni in cui hanno ricoperto l'incarico, hanno ritenuto di presentare al mnistro le proprie dimissioni per consentire a nuovi commissari di gestire la prossima fase - si legge in una nota stampa -. Si tratta di una decisione presa in piena collegialità e con spirito di servizio, nell'esclusivo interesse dell'azienda e dei suoi lavoratori, come ogni altro provvedimento assunto negli oltre quattro anni d'incarico, con la finalità di contribuire a ristabilire la necessaria serenità”.
 
I dimissionari hanno confermato anche la loro piena disponibilità a collaborare con i commissari in corso di individuazione da parte del Mise per il necessario supporto nella fase di passaggio di consegne.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ritrovato senza vita il corpo del sub: si era immerso per una battuta di pesca

  • Incidente sul lavoro, muore a 35 anni schiacciato da una macchina saldatrice

  • Con una molletta da bucato si "liberava" della droga: scoperto e arrestato

  • Cerca di riparare l’antenna in casa dei suoceri, poi precipita dal tetto: muore un 60enne

  • In primavera tornano le formiche: come combattere l'invasione in casa

  • Fermato per strada trema davanti ai carabinieri. In casa aveva marijuana

Torna su
LeccePrima è in caricamento