Nove i progetti selezionati per TapStart: in arrivo 400mila euro

Tre delle proposte selezionate su trenta avanzate, sono di associazioni di Melendugno già premiate nella scorsa edizione

A destra Michele Mario Elia, country manager di Tap

LECCE - Sono nove i progetti premiati dal bando Tap Start con una somma complessiva di 400mila euro per lo sviluppo di attività nell'ambito turistico, sociale, sportivo e ambientale. Le proposte, di cui tre avanzate da realtà associative con sede a Melendugno e che erano state già finanziate nella prima edizione, sono state selezionate dopo che la commissione ha esaminato una trentina di progetti. 

"Faccio i miei auguri di buon lavoro ai vincitori e do appuntamento alla prossima edizione di TapStart che anche nel 2018 consentirà di sostenere attività meritorie per la crescita del territorio nel quale stiamo costruendo una così importante infrastruttura", ha commentato Michele Elia, country manager Italia di Tap con riferimento  al gasdotto che prevede l'approdo a San Foca e che registra però una forte resistenza, a partire da quella dell'amministrazione comunale di Melendugno e di buona parte della popolazione locale.

Di seguito i progetti vincitori

Proteggiamo l’ambiente 2 (Centro CB ERUCE - O.E.R, 50 000 euro): sensibilizzazione, e formazione qualificata e rafforzamento della dotazione della protezione civile melendugnese in risposta al rischio incendio e per il soccorso (l’associazione era stata già premiata nella prima edizione del bando);

STRACULTour (Associazione culturale UniRoca, 50 000 euro): miglioramento della fruibilità di beni culturali locali meno noti per sostenere la destagionalizzazione dell’offerta turistica (l’associazione era già stata premiata nella prima edizione del bando);

Che scena che nasce (GNAM Gruppo Nuovoteatro Amatoriale Melendugnese, 50 000 euro): rafforzare l’offerta teatrale tramite il coinvolgimento della popolazione locale in età adulta e giovanile (l’associazione era già stata premiata nella prima edizione del bando);

Conoscere per agire (Associazione Heidi, 50 000): attività di informazione e servizio alla popolazione locale per ridurre i consumi energetici e gli sprechi;

Il tempo è scaduto – Breast unit a Lecce (Associazione Angela Serra, 37 000 euro): attivazione di una “Breast Unit” dedicata alla promozione della salute della popolazione femminile;

Il treno dei due mari (Rotaie di Puglia, 50 000 euro) sviluppo di nuovi itinerari turistici a “mobilità dolce”, con l’uso di biciclette, treni locali e cavalli;

Architettura vernacolare e spazio pubblico in Salento (Turismo, Capo d’Arte, 50 000 euro): mappatura del patrimonio architettonico postbellico nel Salento e promozione della sua cono-scenza e fruibilità;

Sport è vita (Cooperativa sociale Zoe, 31 500 euro): riqualificazione di strutture sportive e acquisto di un pulmino per promuovere attività rivolte alla popolazione giovanile (compresi i giovani immigrati);

Rugby, uno sport che unisce (Trepuzzi Rugby, 31 500 euro): promozione di pratiche di inclusione sociale attraverso lo sport del rugby presso ragazzi a rischio di abbandono scolastico.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (12)

  • Scusi signor Refolo, non credo di aver capito. .. Vorrebbe farmi cedere che la protezione civile Eruce di Melendugno, di cui il primo responsabile è il sindaco, non esiste? O che la sede è di dipendenti Tap? Mi spieghi non ho capito.

  • Ma nel consiglio di amministrazione i TAP c'è Cinzia Mazzotta?niente niente è l'archeologa di TAP?

    • Ok, e in quello di Eruce chi?

  • non badano a spese pur di portare a compimento il loro progetto che degrada il Salento a zona insalubre e senza futuro sociale e culturale

  • L'Amministrazione di Melendugno avrebbe mai finanziato tanti progetti per i suoi cittadini? Bisognerebbe manifestare per avere altri contributi, non per boicottare TAP.

    • e perchè non una manifestazione per farsi finanziare dalla mafia?

  • Auguri a tutte le associazioni , che sono state finanziate da tap allora che cosa pretendono questi non tap , sarebbe meglio impegnarsi a far rispettare l 'ambiente da chi lo sporca abbandonando spazzatura , e ingombranti ,quelli sono coloro che degratano la Puglia

    • io anche vorrei dare gli auguri, ma le sedi di molte queste associazioni non esistono, e alcune sono di dipendenti TAP.

      • Ahaha! Che sorta de bufalaro!

      • La protezione civile dipende da tap?

  • Quindi non tutti sono no tap a Melendugno ... questo fa riflettere

  • eccoli i regalini di TAP per far tacere il dissenso..... che tristezza! Che brutta immagine per i salentini. Poi hanno ragione a dire che siamo come i pellerossa che hanno perduto la loro terra in cambio di perline e specchietti colorati!

Notizie di oggi

  • settimana

    Ville al mare come centrali di smistamento: sequestrati due quintali e mezzo di marijuana

  • Cronaca

    Vetro in frantumi e poi il furto nel bar: il registratore di cassa trovato vuoto poco dopo

  • settimana

    Macabra scoperta: ragazzino di 15 anni trovato senza vita nel letto dei genitori

  • settimana

    Maxi rogo nel deposito giudiziario: nove mezzi distrutti dal fuoco

I più letti della settimana

  • Colpito durante un'esercitazione, muore carabiniere salentino

  • Andrea Vizzi, morto da "figurante: ma un colpo era rimasto nell'arma

  • Macabra scoperta: ragazzino di 15 anni trovato senza vita nel letto dei genitori

  • Violento scontro nei pressi della rotatoria: un suv si ribalta dopo l’impatto

  • Annullati permessi a cinque lidi. A rischio smantellamento anche Punta della Suina

  • Perde il controllo della moto ed esce fuori strada: grave un centauro

Torna su
LeccePrima è in caricamento