Turismo, parola d'ordine: destagionalizzazione

La Provincia, insieme a PromuoItalia, propone domani al castello di Carlo V un convegno nazionale sul tema del management dell'offerta. Per un confronto fra Lecce e altri modelli di sviluppo nazionali

La parola d'ordine che gli operatori turistici salentini invocano da sempre è: destagionalizzazione. E proprio su questo tema PromuovItalia (società che fa capo all'Ente nazionale per il turismo), nell'ambito del progetto "Lavoro & Sviluppo Turismo" organizza insieme alla Provincia di Lecce un confronto tra il sistema Puglia e alcuni modelli di sviluppo nazionali: Trentino, Emilia Romagna, Toscana. "Oltre la stagionalità. Il management dell'offerta turistica" è il nome del convegno nazionale in programma domani, martedì 15 maggio, a partire dalle 9,30, a Lecce, nel Castello di Carlo V.

Dopo i saluti di Giovanni Pellegrino, presidente Provincia Lecce, di Stefano Orsini, direttore operativo PromuovItalia, di Flavio Fasano, consigliere di amministrazione Enit, di Alfredo Prete, presidente Camera di commercio Lecce, di Piero Montinari, presidente Confindustria Lecce e di Stefania Mandurino, commissario Azienda di promozione turistica Lecce, seguirà la relazione introduttiva di Maria Rosaria Manieri, assessore provinciale al Marketing territoriale e alle Politiche per il turismo.

Piuttosto articolato il programma, che, a partire dalle 11 spazio, sarà incentrato su "L'organizzazione dei servizi turistici: metodi e pratiche a confronto sulla gestione delle risorse turistiche". Sono previsti gli interventi di Claudio Morelli, direttore di Trentino Spa, Massimo Vannucci, amministratore delegato Riviera di Rimini Promotion, Ivano Versari, presidente Consorzio Casentino Sviluppo e Turismo della Toscana, Massimo Ostillio, assessore regionale Turismo, Paride De Masi, presidente Gruppo Italgest e coordinatore nazionale Confindustria settore energia, Luca Montrone, presidente Gruppo Telenorba.

Il secondo panel, a partire dalle 14,30, riguarderà "La valorizzazione delle produzioni tipiche. Il progetto Marchi d'Area - Salento d'Amare". Interverranno: Fabiola Sfodera, docente Università "La Sapienza" Roma, Pierluigi Milone, esperto progetto Marchi d'Area Italia Lavoro, Claudio Ucci, consulente in marketing enogastronomico progetto MDA Italia Lavoro, Luigi Salerno, direttore generale Gambero Rosso, Enzo Russo, assessore regionale Agricoltura, Paolo Pagliaro, presidente Gruppo Mixer Media.

Terzo momento di confronto, alle 16, sarà incentrato su "La qualità è nella formazione. Indirizzi sui nuovi profili professionali del turismo". Previsti interventi di: Stefano Poeta, direttore Centro Studi sul Turismo - Facoltà di Economia Università di Perugina, Franco Grasso, consulente management alberghiero, Aldo Romano, direttore Settore e-Business Management Isufi Lecce, Riccardo Leone, responsabile area politiche attive progetto "Lavoro & Sviluppo Turismo" PromuovItalia, Marco Barbieri, assessore regionale Politiche del Lavoro.

Potrebbe interessarti

  • Un traguardo dopo l'altro: Lele dei Negramaro pronto alla 9 chilometri

  • Morso del ragno violino: sintomi, rimedi e cure

  • Uova: quante ne possiamo mangiare e come cucinarle

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Automobile si ribalta fuori strada, muore giovane madre di 33 anni

  • Torna il maltempo, allerta arancione: forti temporali attesi a partire da ovest

  • Violento nubifragio sferza il Salento. Strade allagate, centri in tilt

  • Frontale al rientro dal mare, donna di 38 anni grave in Rianimazione

  • Perde il controllo dell’auto e si ribalta: un 27enne in Rianimazione

  • Incendio nel parco di Punta Pizzo. Giallo sul ritrovamento di un cadavere

Torna su
LeccePrima è in caricamento