Taranta: boom di donazioni durante la diretta e 54mila euro dai salvadanai

Boom di donazioni al numero solidale della protezione civile durante l'intera diretta su Rai5, oltre 790mila euro

LECCE – Saranno consegnati alla Regione Puglia i 54mila e 558 euro raccolti per le popolazioni colpite dal terremoto tra i salvadanai dislocati nei sette varchi d’accesso all’area del concerto de La Notte della Taranta, sabato. La somma comprende anche i cachet degli artisti che hanno deciso di devolvere il compenso della serata, gli introiti della vendita delle t-shirt ufficiali e di parte dei biglietti dei backstage. 

Un “concertone” all’insegna della solidarietà e della vicinanza al sisma che il 24 agosto ha devastato l’Italia Centrale. Numerosi gli inviti, nel corso di tutto l’evento, a donare attraverso il numero solidale della protezione civile (45500). Non è un caso che proprio durante il concerto siano stati raccolti un milione e 665mila euro. In particolare i fondi devoluti dalla mezzanotte di sabato alle tre di domenica, durante la diretta da Melpignano su Rai5, ammontano a ben 790mila e 600 euro. "Le somme raccolte dagli operatori telefonici, spiegano dalla Protezione civile, saranno versate, senza alcun ricarico, su un conto infruttifero aperto presso la tesoreria centrale dello Stato in favore della Presidenza del consiglio dei ministri”.

“Insieme abbiamo fatto la scelta giusta – commenta Loredana Capone, assessore Industria turistica e culturale, gestione e valorizzazione dei Beni culturali della Regione Puglia – così uno dei più importanti eventi di Puglia è diventato trampolino nazionale per una maratona di solidarietà che è iniziata lo scorso sabato con il concertone pizzicato ma continuerà con altre piccole e grandi iniziative che da questo hanno tratto stimolo e passione. La Puglia, unita, per la ricostruzione. “Tutti hanno dato una mano sabato – prosegue l’assessore –, dalla maestra concertatrice Carmen Consoli e gli artisti tutti, al prefetto, al questore, alle forze dell'ordine, agli amministratori, all'esercito di volontari, ai cittadini. Siamo grati a ciascuno di loro perché hanno saputo interpretare con il cuore il vero spirito della pizzica salentina: un ritmo che libera dal dolore e genera speranza. D'altra parte il talento quando è grande si manifesta così: va oltre la tecnica e produce calore umano”. 

 “Sono davvero felice di comunicare che la maratona televisiva de La Notte della Taranta – spiega Massimo Manera, presidente della fondazione La Notte della Taranta –  ha raggiunto il cuore di tanti telespettatori. Ringrazio Rai5 per aver rapidamente, insieme a noi, rimodulato la trasmissione, consentendoci di allargare su scala nazionale il messaggio partito dal palco di Melpignano. Ringrazio anche i giovani della Cooperativa di comunità di Melpignano, i volontari della Fratres regionale e di Melpignano, la Fidas  di Sternatia e il comitato festa di Sternatia, che hanno in poche ore organizzato la raccolta fondi”. “

“La nostra solidarietà – conclude il patron della manifestazione – continua in favore delle popolazioni colpite dal sisma. Produrremmo il cd della serata il cui ricavato della vendita sarà destinato alla stessa causa e siamo già a lavoro per organizzare il concerto de La Notte della Taranta nel Lazio. Anche in questo caso l’incasso sarà devoluto all’opera di ricostruzione che la Regione Puglia individuerà nei prossimi giorni”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pioggia e violente raffiche di vento mettono mezzo Salento in ginocchio

  • Allerta arancione per maltempo anche nel Salento. Scuole chiuse in diversi comuni

  • Tentato omicidio in una masseria: colpito alla bocca un operaio 27enne

  • Burrasca agita lo Ionio e devasta barche, pontili, maneggio e persino un ristorante

  • "Scuole aperte nonostante l'allerta meteo": Cgil denuncia rischi per alunni e lavoratori

  • Travolge grosso cane che attraversa la via e finisce su un muro: grave 21enne

Torna su
LeccePrima è in caricamento